Anche nel 2020, per il secondo anno consecutivo, Napoli si prepara a festeggiare la Giornata cittadina del pizzaiuolo, istituita il 17 gennaio. L'iniziativa è stata avviata dal Comune di Napoli quando, nel dicembre del 2017, l'Unesco ha riconosciuto l'arte dei pizzaiuoli napoletani come patrimonio immateriale dell'umanità. L'iniziativa è promossa dall'associazione Pizzaiuoli napoletani, dall'associazione Verace Pizza Napoletana e dalla fondazione UniVerde. "È un evento caro a tutta la città che ha già visto una grande partecipazione lo scorso anno. La pizza è napoletana ed è ambasciatrice di Napoli nel mondo e aver ottenuto il riconoscimento Unesco è esaltazione non solo della tradizione culinaria ma anche della professionalità dei nostri pizzaiuoli" ha dichiarato Rosaria Galiero, assessore alle Attività Produttive del Comune di Napoli.

"Sono tantissime le adesioni che stanno arrivando non solo dall'Italia ma anche dal resto del mondo e da Paesi anche lontani tra cui il Giappone e gli Stati Uniti" ha dichiarato Antonio Pace, presidente dell'Associazione Verace Pizza Napoletana. In occasione della Giornata cittadina del pizzaiuolo, le pizzerie aderenti proporranno una pizza speciale ad un prezzo consigliato, mentre è stato istituito un premio per l'impegno per la diffusione e la promozione dell'arte internazionale del pizzaiuolo napoletano nel mondo.