Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

I poliziotti hanno arrestato ad Afragola, in provincia di Napoli, un uomo che stava cercando di entrare in una scuola, chiusa per l'emergenza coronavirus, con l'intenzione di razziare strumentazione e oggetti di valore che erano rimasti all'interno. Il 46enne, A. E., con precedenti di polizia, è stato bloccato dagli agenti all'interno del rione Salicelle, individuato durante i controlli che le forze dell'ordine stanno svolgendo sul territorio per garantire il rispetto delle misure urgenti per la tutela della salute pubblica.

A. E. era in via Salicelle, i poliziotti lo hanno visto mentre scavalcava la recinzione della scuola con una lamiera di ferro tra le mani. L'uomo ha tentato di scappare, ma è stato inseguito e bloccato. Perquisito, è stato trovato in possesso di una torcia e di arnesi atti allo scasso, che avrebbe usato per superare anche gli ingressi della scuola. È stato arrestato per tentato furto aggravato e sanzionato per aver violato le misure previste dal decreto del Governo del 22 marzo 2020.

Episodi del genere sono stati registrati nei giorni scorsi anche a Napoli, nei due plessi dell'istituto Fava Gioia di Materdei, e un furto c'era stato la notte del 31 marzo negli uffici della Quinta Municipalità di Napoli (Vomero – Arenella), in via Giacinto Gigante. In questi giorni gli edifici pubblici, tra cui appunto le scuole, sono tornati ad essere nel mirino dei ladri, che stanno approfittando dell'emergenza coronavirus, sfruttando la chiusura e la riduzione dei servizi di vigilanza e sorveglianza per cercare di portare via dalle aule gli oggetti di valore, in particolar modo i computer.