Doutdo, "La morale dei singoli" in mostra a Pompei
in foto: Doutdo, "La morale dei singoli" in mostra a Pompei

In una società dove il forte individualismo la fa da padrone, riscoprire la dimensione collettiva attraverso la potenza artistica può rivelare più di qualche sorpresa. Al centro della mostra "La morale dei singoli", che dal 15 giugno al 1 dicembre esporrà agli scavi di Pompei – nelle sale del Portico Nord della Palestra Grande – le opere della biennale Doutdo, ci sarà al centro proprio la responsabilità individuale, intesa come azione del singolo che ha delle conseguenze concrete anche sulla collettività che lo circonda. Giunta alla sua quarta edizione, la Doutdo riunisce le opere donate da 33 artisti con un importante atto di condivisione. L'obiettivo è far riflettere sulla necessità di produrre qualcosa di significativo per il gruppo che ci ruota intorno: l'uomo è realmente forte solo se lavora insieme ad altri. Soltanto in questo modo si produrrà una vera "rivoluzione" etica.

"La morale dei singoli" della biennale Doutdo a Pompei

In "La morale dei singoli" di Pompei saranno esposte 36 opere d'arte contemporanea realizzate da artisti italiani e internazionali che hanno interpretato a modo loro il delicato tema del potere del singolo nei confronti della comunità. Il tema scelto ricalca la definizione stessa del progetto come la espresse nel 2016 Alessandro Mendini, mentore di quest'edizione insieme a Philip Rylands. Doutdo nacque come progetto biennale nel 2012 proprio per portare avanti l'idea del "dare per dare" ("do ut do", per l'appunto), opposta al "dare per ricevere" (il ben noto "do ut des"). Più che una mostra di opere d'arte un vero e proprio manifesto programmatico che offre una visione organizzativa diversa. Le opere donate dagli artisti non hanno un filo conduttore o un legame comune, ma sono allestimenti autonomi che rimandano alla specifica sensibilità dell'autore e al suo modo di vedere. In una visione collettiva ognuno partecipa a modo suo offrendo quello che ha a disposizione.

Doutdo, "La morale dei singoli" in mostra a Pompei
in foto: Doutdo, "La morale dei singoli" in mostra a Pompei

Massimo Osanna, da poco riconfermato direttore generale del Parco Archeologico di Pompei e promotore della mostra, ha commentato così la scelta degli Scavi di ospitare l'esposizione:

Ospitare la mostra a Pompei, grande cassa di risonanza di qualsiasi evento, nonché simbolo per eccellenza di un luogo dove la responsabilità di ciascuno contribuisce alla salvaguardia di questo patrimonio inestimabile, rappresenta un'opportunità verso la presa di coscienza delle nostre azioni e delle conseguenze sulla collettività.