[Immagine di repertorio]
in foto: [Immagine di repertorio]

Cento famiglie sono state evacuate a Nocera Inferiore, in provincia di Salerno, per rischio di possibili alluvioni e colate di fango in seguito all'ondata di maltempo che si è abbattuta da questa notte sull'area. Il provvedimento, in via precauzionale, è stato disposto dal Comune di Nocera Inferiore e riguarda gli abitanti delle fasce pedemontane; il sindaco, Manlio Torquato, ha firmato l'ordinanza in seguito alla comunicazione della sala operativa regionale.

Le forti precipitazioni stanno causando disagi in diversi Comuni del Salernitano. A Salerno sono caduti alcuni alberi sul lungomare Trieste, ma la situazione è sotto controllo e non si registrano criticità. A Nocera Inferiore è stato ordinato ai cittadini di tenersi lontani dai corsi d'acqua e di non parcheggiare le automobili nei pressi di corsi d'acqua e sottopassi, che potrebbero straripare e allagarsi; in seguito agli allagamenti è stato chiuso il cimitero cittadino. A Sarno il Comune ha imposto il divieto di passare nelle aree alberate e nei parchi pubblici, dove potrebbero verificarsi dei crolli; a Siano le condizioni meteoreologiche avverse hanno portato all'annullamento del mercato domenicale.

Nella Valle dell'Irno, e soprattutto tra Mercato San Severino e Castel San Giorgio, sono stati segnalati allagamenti e smottamenti, con diversi interventi delle squadre dei  Vigili del Fuoco. In Costiera Amalfitana c'è stato un piccolo smottamento sulla strada provinciale che collega Ravello e Tramonti.

Colata di fango a Castel San Giorgio

A Castel San Giorgio una colata di fango e detriti si è riversata lungo le strade, creando danni soprattutto nelle frazioni di Cortedomini, Aiello e Santa Croce, in alcuni casi arrivando fin dentro le abitazioni. I Vigili del Fuoco sono al lavoro, con il supporto di alcuni cittadini, per liberare le strade.

A Napoli chiusi cimiteri e parchi per allerta meteo

A Napoli per la giornata di oggi, 3 novembre, è stata disposta la chiusura tutti i parchi e dei cimiteri. L'allerta meteo, di colore arancione, è attiva dalla scorsa mezzanotte fino alle 23.59 di stanotte, per "precipitazioni diffuse, anche a carattere di rovescio e temporale", con possibili mareggiate lungo le coste e forti raffiche di vento.