Allerta meteo in provincia di Salerno con situazione critica in molte zone del circondario. Non solo a Nocera Inferiore dove sono state sloggiate precauzionalmente circa 100 persone, situazione d'allarme anche a Corbara: lì sindaco Pietro Pentangelo, in via cautelativa, ha firmato un'ordinanza urgente per il divieto di transito per i soli veicoli pesanti, autoarticolati e tir. Viene consigliata prudenza nell'attraversamento della strada verso il Valico di Chiunzi.

La Protezione civile sta svolgendo un'azione di monitoraggio. Allertate la Provincia e la Prefettura. L'ordinanza è stata diramata anche alla rete autostradale e all'Anas. Tra le zone maggiormente colpite, oltre Nocera, anche a causa della fragilità del territorio, quelle del bacino idrografico del Sarno e del Salernitano con allagamenti a Castel San Giorgio (forti disagi in località Santa Croce), San Marzano sul Sarno (per esondazione fiume Sarno all'altezza di via Marconi). Si tratta di valori precipitazione consistenti nelle ultime 12 ore che, come previsto, possono mandare in crisi piccoli bacini idrografici e aree urbane con molti tombamenti (Castel San Giorgio, Mercato San Severino). Nel caso di allerta Arancione – spiega il direttore generale della Protezione Civile della Regione Campania, Italo Giulivo – le indicazioni operative del Dipartimento Nazionale del 2016 suggeriscono l'attivazione dei Coc, Centri Operativi Comunali, che sono di vitale importanza perché consentono ai Sindaci di coordinare i servizi di soccorso e assistenza alla popolazione. È una sorta di sala operativa a scala comunale in cui le autorità competenti possono assumere decisioni in merito al superamento delle criticità legate all'evento. Dai Coc dovrebbero arrivare anche le eventuali richieste di supporto alla Protezione civile regionale. Al momento, ci risultano attivi i Centri Operativi Comunali di Nocera Superiore, Nocera Inferiore, Sarno, Fisciano, Cava dei Tirreni, Castellabate".

Circa 50 uomini della protezione civile regionale già impegnati sul territorio a supporto dei vigili del fuoco e dei Comuni. La Regione ha anche avviato interventi immediati a San Giorgio e Solofra per una falla nel muro spondale; per quel che concerne le linee dell'Eav, interruzione tratta linea Napoli-Poggiomarino causa allagamento presso l'impianto di Scafati, pertanto, i treni in partenza da Napoli per Poggiomarino si fermano a Pompei.