Da lunedì l’ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli ha fra i suoi macchinari una tecnologia d'avanguardia. Si tratta del robot Da Vinci, il nome è ovviamente in omaggio al genio italiano, Leonardo Da Vinci. Il robot  consentirà di migliorare la qualità di tante tipologie di interventi chirurgici, sotto il profilo della precisione e della minore invasività. "Per questo ospedale e per l’area di Pozzuoli è un passo in avanti molto importante. Continuiamo, giorno dopo giorno, nel grande lavoro di cambiamento della sanità campana, per garantire a tutti i cittadini un servizio pubblico sempre migliore" spiega Vincenzo De Luca, presidente della Regione Campania, rendendo noto l'acquisto nel nosocomio puteolano.

Il robot medico Da Vinci

A cosa serve il Da Vinci? Presto detto: si tratta di un sistema robotico per la chirurgia invasiva che si utilizza per diverse applicazioni, dall'urologia alla ginecologia, dalla chirurgia toracica alla chirurgia generale. Ha 4 bracci automatizzati, consente una precisione altissima, tale da raggiungere anche i linfonodi in applicazione oncologica/neoplastiche. Il robot è costato 2,3 milioni di euro ed è stato acquistato  grazie ad un finanziamento diretto dai Ministeri della Salute e dell’Economia e delle Finanze e col un contributo della Regione Campania.