Sembrano non avere fine i crolli a Napoli: oggi, 13 giugno, alcuni calcinacci sono crollati da un edificio nelle vicinanze della stazione della Linea 1 della metropolitana di Toledo, nel cuore del centro storico del capoluogo campano. Sul posto sono intervenute le forze dell'ordine, che hanno transennato la zona per metterla in sicurezza: per fortuna, stando a quanto si apprende, il crollo non avrebbe fatto registrare feriti. Proprio oggi, in mattinata, un altro crollo aveva interessato la Galleria Laziale, tunnel che collega Fuorigrotta a Mergellina e alla zona del Lungomare: anche qui, calcinacci sono caduti in strada. La Galleria Laziale è stata chiusa, mandando in tilt il traffico automobilistico in tuta la zona.

I crolli che si sono registrati oggi a Napoli arrivano a nemmeno una settimana di distanza dalla morte di Rosario Padolino, il commerciante di 66 anni investito dal crollo di un cornicione, lo scorso 8 giugno, mentre si trovava in via Duomo, nel centro storico del capoluogo campano. Il cornicione – massi del peso di 500 chilogrammi – si è staccato da un edificio già segnalato e messo in sicurezza: la rete di contenimento, però, ha ceduto sotto il peso dei calcinacci. Sulla vicenda indaga la Procura di Napoli, che ha aperto un fascicolo per crollo e omicidio colposi.