Caos trasporti anche oggi a Napoli, disagi su 15 linee bus dell'Anm, circa 80 mezzi, per la seconda giornata consecutiva, in uscita stamattina in strada dal deposito di via Nazionale delle Puglie. Si tratta delle linee 116 – 151 – 154 – 158 – 173 – 175 – 177- 182 – 191 – 194 – 195 – 196 – 669 – R2 – R5, attualmente “irregolari”, comunica l'Anm. Proprio ieri, nello stesso deposito era scoppiata la protesta dei lavoratori contro i bus sporchi, dove due giorni fa sono state riscontrate anche delle blatte. Molti pullman ieri sono rimasti fermi in deposito per pulizie straordinarie. L'Anm ha poi annunciato provvedimenti disciplinari per i dipendenti e un esposto in Procura.

Scontro sulle pulizie dei pullman

Ieri, l'Anm, azienda partecipata del Comune di Napoli che gestisce il trasporto pubblico nel capoluogo campano, ha fatto sapere che avvierà dei provvedimenti disciplinari nei confronti di quegli autisti del deposito di via Nazionale delle Puglie che, ieri mattina, si sono assentati dal lavoro, interrompendo così la circolazione di 15 linee di autobus; secondo quanto rende noto l'azienda, sarà presentato anche un esposto alla Procura della Repubblica di Napoli. "Parte degli autisti in uscita, incoraggiati da rappresentanti di alcuni sindacati presenti presso il deposito, hanno attuato una forma di protesta rifiutando di mettersi alla guida dei mezzi. L'azione ha impedito ai bus delle linee 116, 151, 154, 158, 173, 175, 177, 182, 191, 194, 195, 196, 669, R2, R5 di entrare in servizio fino alle 11 circa, causando un gravissimo danno ai cittadini che erano alle fermate ad attendere gli autobus ignari della protesta, visto che non si era messa in atto con la forma prevista per legge dello sciopero. Decine di persone si sono assembrate in periodo di pandemia alle fermate in attesa di bus che non potevano arrivare per la protesta. Anm ha informato i viaggiatori attraverso i social e le paline e si scusa per l'accaduto" si legge in un comunicato dell'azienda.