Ha approfittato dell'anziana signora che avrebbe dovuto accudire e curare, rubandole in totale 13mila euro dal conto corrente: una donna di 50 anni è stata denunciata dai carabinieri per furto e indebito utilizzo di carte di credito; è accaduto ad Ariano Irpino, nella provincia di Avellino. La 50enne era stata assunta dall'anziana donna, orami ultranovantenne, come badante, dal momento che, data l'età avanzata, aveva bisogno di un aiuto in casa. La badante, avendo la possibilità di gironzolare per la casa dell'anziana, e potendo agire pressoché indisturbata, in più di una occasione si è impossessata della carta di credito della sua assistita, con la quale prelevava somme di denaro dal conto corrente: prelievi che, nel tempo, hanno portato la 50enne ad appropriarsi di circa 13mila euro. La 90enne, dopo aver verificato il suo estratto conto, si è accorta del considerevole ammanco di denaro e ha denunciato l'accaduto ai carabinieri della locale stazione, che sono riusciti a rintracciare la badante, denunciandola in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino.

Purtroppo, episodi del genere, o anche peggio, non sono così rari. Spesso, si sono verificati anche episodi di violenza sugli anziani che le badanti avrebbero dovuto accudire: lo scorso anno, a Villaricca, nella provincia di Napoli, una donna di 51 anni è stata denunciata per maltrattamenti su un'anziana di 74 anni, alla quale faceva da badante. Quando l'anziana si rifiutava di mangiare, la 51enne la colpiva con schiaffi e pugni: il figlio della donna ha scoperto le violenze e ha denunciato l'accaduto alle forze dell'ordine.