AVELLINO – È caccia serrata, in tutta la regione, alla banda che ieri mattina ha messo a ferro e fuoco il raccordo autostradale Salerno-Avellino, assaltando tre portavalori all'altezza dell'uscita di Serino, in Irpinia. Da quanto si apprende, sarebbero almeno 15 i rapinatori in fuga. Un colpo studiato nei minimi dettagli: i malviventi hanno assaltato i furgoni con delle ruspe. cosparso la strada di bande chiodate e dato fuoco ad alcuni veicoli per coprirsi la fuga. Degli otto milioni complessivi contenuti nei furgoni, la banda sarebbe riuscita a portarne via soltanto due milioni. Il colpo, infatti, è stato disturbato dai carabinieri, che stavano percorrendo in quel momento il tratto autostradale, e dal tempestivo intervento anche della Polizia Stradale, che ha avrebbe ingaggiato anche un conflitto a fuoco con i malviventi.

Le forze dell'ordine sono sulle tracce dei banditi. Alcuni di loro, subito dopo il colpo, hanno rubato l'automobile di una donna e si sono dileguati. Altri, invece, sono fuggiti a piedi nelle campagne circostanti. La Polizia di Stato ha utilizzato un elicottero, nelle fasi successive alla rapina, per cercare di individuare i banditi. Per ora, non ci sarebbero tracce del commando che ha seminato il panico sull'autostrada.