L'ospedale San Giuseppe Moscati di Avellino.
in foto: L’ospedale San Giuseppe Moscati di Avellino.

Una ragazzi di diciannove anni avrebbe tentato il suicidio lanciandosi dal balcone della propria abitazione ad Avellino. L'episodio è accaduto attorno alle 20 di giovedì 1° agosto: la giovane sarebbe letteralmente precipitata nel vuoto dopo essersi lanciata dal balcone dove si trovava: l'allarme è stato dato proprio da alcuni passanti che hanno assistito alla scena e sono rimasti sconvolti dal gesto della giovane, chiamando immediatamente i soccorsi. I sanitari del 118 sono giunti repentinamente sul posto, per poi portare d'urgenza la ragazza al pronto soccorso dell'ospedale San Giuseppe Moscati di Avellino, dove è giunta in codice rosso.

I medici del nosocomio avellinese le hanno prestato le prime cure e disposto il ricovero: da quanto si apprende, la giovane avrebbe riportato vari traumi e fratture, ma non sarebbe in pericolo di vita, sebbene la prognosi resti riservata. La ragazza resta comunque in gravi condizioni. Sulla vicenda stanno indagando gli agenti di polizia: non si conoscono i motivi del gesto della giovane, e proprio su questi le forze dell'ordine proveranno a fare chiarezza. Non è la prima volta che in Irpinia si registrano casi del genere: appena ieri, a Venticano, è stata salvata in extrimis una giovane che, dopo il lavoro, aveva deciso di farla finita ingerendo un'intera scatola di farmaci. In quel caso era stato provvidenziale l'intervento dei carabinieri, che dopo aver messo in pratica le manovre di rianimazione, avevano poi fatto intervenire i sanitari del 118, permettendone il trasferimento in ospedale dove i medici sono riusciti ad evitare ulteriori complicazioni.