161 CONDIVISIONI
3 Febbraio 2020
19:27

Benevento, detenuto 18enne tenta il suicidio nel carcere di Airola, salvato dagli agenti

Un giovane di 18 anni, detenuto nel carcere minorile di Airola, è stato salvato dagli agenti della Polizia Penitenziaria: aveva ingerito una dose massiccia di ammorbidente, i poliziotti lo hanno fatto vomitare e poi trasferito in ospedale. Negli anni scorsi nella struttura della provincia di Avellino c’erano stati altri tentati suicidi tra i giovanissimi detenuti.
A cura di Nico Falco
161 CONDIVISIONI
Immagine di repertorio
Immagine di repertorio

Un giovane di 18 anni, detenuto nel carcere di Airola (Benevento), ha tentato il suicidio bevendo una dose massiccia di ammorbidente da bucato. Lo hanno salvato gli agenti della Polizia Penitenziaria, che si sono accorti dell'avvelenamento, lo hanno fatto vomitare e lo hanno subito dopo trasferito in ospedale, dove i medici sono riusciti a stabilizzare i suoi parametri. A salvare la vita al ragazzo, probabilmente, proprio le prime cure prestate in carcere. Lo rende noto Donato Capece, segretario del Sappe, il Sindacato Autonomo della Polizia Penitenziaria.

"Gli agenti – scrive Capece in una nota – sono stati encomiabili perché lo hanno fatto vomitare, consentendo così di sputare tutto ciò che aveva bevuto. Successivamente è intervenuta la Guardia Medica e, per precauzione, il detenuto è stato portato al Pronto Soccorso di Benevento. Il personale in servizio, dunque, ha agito con grande professionalità, strappando da morte certa il detenuto. Il Sappe, in prima linea su questo fronte, richiama l'attenzione dei vertici regionali e nazionali dell'amministrazione penitenziaria affinché vengano date risposte concrete alla risoluzione delle problematiche in atto nel penitenziario di Airola".

Il ragazzo, trasferito in ospedale per le visite del caso, è stato giudicato fuori pericolo di vita. Già in passato c'erano stati dei tentativi di suicidio tra i giovanissimi detenuti di Airola. Nel luglio 2018, nel giro di tre giorni, provarono ad uccidersi due ragazzi, e nel settembre successivo un giovane di 15 anni tentò di togliersi la vita impiccandosi; anche in quei casi l'intervento della Polizia Penitenziaria si era rivelato fondamentale.

161 CONDIVISIONI
Il dramma di Donatella, la 27enne suicida in carcere con un fornelletto: “Perdonami amore mio
Il dramma di Donatella, la 27enne suicida in carcere con un fornelletto: “Perdonami amore mio"”
8.634 di Videonews
Il fidanzato di Donatella, suicida in carcere: “Abbandonata da tutti, cos’è successo quella notte?”
Il fidanzato di Donatella, suicida in carcere: “Abbandonata da tutti, cos’è successo quella notte?”
3.448 di Videonews
Dal carcere a 41Bus, Bruno che aiuta i familiari dei detenuti:
Dal carcere a 41Bus, Bruno che aiuta i familiari dei detenuti: "Trasformato un fallimento in vittoria"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni