2.429 CONDIVISIONI
Opinioni
Elezioni Regionali Campania 2020
19 Giugno 2020
16:39

Benvenuti al Bar De Luca, aperto ogni venerdì per tutto il periodo elettorale

Il Vincenzo furioso se la prende con Salvini usando i peggiori argomenti: l’insulto e l’allusione personale alle sue ex relazioni sentimentali (Elisa Isoardi per intenderci). Quando accende la diretta Facebook per parlare del Coronavirus De Luca dovrebbe ricordare di essere un rappresentante istituzionale, non un personaggio di teatro. Forse anche il Partito Democratico, nei suoi snodi nazionali, regionali e cittadini, dovrebbe aprire bocca.
2.429 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Elezioni Regionali Campania 2020

Matteo Salvini è un «faccia da fondoschiena (peraltro usurato)», «un Neanderthal», «aveva una donna così… (Elisa Isoardi ndr.) e mandava i tweet», un «somaro e un cafone politico». Giorgia Meloni è «la Vispa Teresa». E ancora: Alfonso Bonafede, ministro della Giustizia, «era impegnato ad aggiustarsi la pochette nel taschino della giacca di due misure inferiore» mentre «i grandi capi della camorra stavano a casa».

Così parlò Vincenzo De Luca: il personaggio lo conosciamo, ora tuttavia, in piena campagna elettorale occorre far cadere il velo: siamo in un bar di periferia o stiamo avendo a che fare con la guida amministrativa di una delle più grandi regioni d'Italia? De Luca in 40 minuti ha impiegato la metà del tempo per insultare un suo avversario politico alle prossime elezioni Regionali di settembre,  non ha fornito alcuna informazione rilevante sui temi del Covid-19, pur usando il canale istituzionale – pagato dai cittadini, perché la pagina è sua ma la gestisce uno staff pagato dall'Amministrazione regionale e cresciuto con le sponsorizzazioni Facebook in maniera rilevante –  per sfidare alla pugna il leghista.

Salvini non sarà certo un campione né di simpatia (per molti), né di coerenza argomentativa (per ancor più gente), ma ironizzare sulla sua ex compagna, Elisa Isoardi, è una viltà. Somaro, Neanderthal, cafone: ma Vincenzo De Luca ha argomenti politici, può parlare di qualcosa che interessi la collettività? Altrimenti non usi quello spazio nell'esercizio delle sue prerogative istituzionali, lo chiami più modestamente "Osteria da Vincenzo", "Bar De Luca" e parli  di dame, cavallier, armi e amori, cercando di avere almeno la metà della dignità dei paladini dell'Ariosto e cercando di mitigare la furia che in tempi d'odio politico non fa bene a nessuno, sicuramente non alla Campania che si ricandida a guidare. Forse anche il Partito Democratico, nei suoi snodi nazionali, regionali e cittadini, dovrebbe aprire bocca.

2.429 CONDIVISIONI
Giornalista professionista, capo servizio di Napoli a Fanpage.it. Insegna Etica e deontologia del giornalismo alla LUMSA. Ha un podcast che si chiama "Saluti da Napoli". È co-autore dei libri Il Casalese (Edizioni Cento Autori, 2011); Novantadue (Castelvecchi, 2012), Le mani nella città e L'Invisibile (Round Robin, 2013-2014). Ha vinto il Premio giornalistico Giancarlo Siani nel 2007 e i premi Paolo Giuntella e Marcello Torre nel 2012.
252 contenuti su questa storia
Voto di scambio, 8 indagati in Campania: c'è anche il consigliere regionale Carmine Mocerino
Voto di scambio, 8 indagati in Campania: c'è anche il consigliere regionale Carmine Mocerino
Il ritorno di Mastursi (dopo la condanna) alla corte di De Luca: è capo della segreteria
Il ritorno di Mastursi (dopo la condanna) alla corte di De Luca: è capo della segreteria
Vincenzo De Luca nomina la nuova giunta regionale della Campania
Vincenzo De Luca nomina la nuova giunta regionale della Campania
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni