409 CONDIVISIONI
Covid 19
18 Aprile 2020
20:49

Bonus spesa a Napoli per le famiglie in difficoltà: domande riaperte fino al 24 aprile

Sono riaperte da lunedì 20 fino a venerdì 24 aprile le domande per richiedere i bonus spesa del Comune di Napoli, con un modulo compilabile sul sito web dell’amministrazione. Le famiglie in difficoltà potranno richiederli con gli stessi requisiti: reddito zero e nessun sostegno economico pubblico.
A cura di Alessia Rabbai
409 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Riaperte per cinque giorni le domande per il bonus spesa del Comune di Napoli. I cittadini che non sono riusciti a partecipare all'avviso chiuso lo scorso venerdì, potranno farne richiesta dalle ore 14.30 di lunedì 20 aprile fino alle ore 20 di venerdì 24 aprile. I requisiti per partecipare restano gli stessi: reddito zero e nessun sostegno economico pubblico. La decisione arriva al termine di un confronto tra gli amministratori della Giunta de Magistris e le commissioni consiliari, rappresentate dai presidenti Solombrino e Caniglia. Nel frattempo si raccolgono soldi anche attraverso le donazioni indirizzate al “Fondo di Solidarietà. Il cuore di Napoli ”, che l'amministazione comunale destinerà all'acquisto di beni di prima necessità per le famiglie in difficoltà che si sono rivolte al numero 0817955555 o ai servizi sociali. Il bonus spesa finanziato con i fondi comunali e della Protezione Civile Nazionale ha raggiunto 15.517 famiglie.

Come richiedere i bonus spesa

Per richiedere i bonus spesa è necessario compilare il modulo pubblicato sul sito dell'amministrazione di Napoli. Il Comune fornirà un Pin del buono spesa, con Sms o email, che cambierà ogni settimana: se si inseriscono dati falsi, il Pin non viene rigenerato. Chi dovesse riscontrare difficoltà a compilare la domanda online, potrà chiedere assistenza al numero di telefono 081.7955555 (dalle ore 9.00 alle ore 19) oppure ai CAF convenzionati, i cui riferimenti sono disponibili sulla pagina del Comune di Napoli. Il bonus prevede un contributo totale, al momento fino a 300 euro (per 3 spese settimanali) che le famiglie potranno spendere fino al 15 maggio. La priorità spetta ai nuclei familiari con più figli a carico. Il Comune indicherà il negozio dove fare la spesa, la data e l'orario in cui andare, in modo da evitare file fuori dagli esercizi commerciali.

409 CONDIVISIONI
31624 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni