La Regione sosterrà i Comuni della Campania dichiarati durante l'emergenza zona rossa che sono stati esclusi dagli aiuti del Governo. Ad annunciarlo è il presidente della giunta regionale Vincenzo De Luca: “Daremo misure di sostegno ad Ariano Irpino e al Vallo di Diano”. Inoltre, la Campania ha stanziato 7 milioni di euro di sostegno alla ricerca scientifica in relazione all'emergenza coronavirus e si avvarrà di un gruppo di scienziati campani. In Campania saranno realizzati anche alcuni ventilatori polmonari, che mancavano soprattutto nella prima fase dell'emergenza. Per quanto riguarda i cittadini, partirà una App che consentirà di poter trasferire costantemente i loro dati alle Asl. “Un programma di controllo – spiega De Luca in conferenza stampa a Palazzo Santa Lucia – che si svolgerà nel pieno rispetto della privacy. La Campania si propone come regione all'avanguardia anche per il futuro”.

Le zone rosse della Campania escluse dagli aiuti del Governo

Ieri il governatore della Campania Vincenzo De Luca si era domandato il perché dell'esclusione della Campania dagli aiuti economici per le zone rosse, dal momento che nel corso dell'emergenza, per l'alto numero dei contagi, all'interno della regione ne sono state individuate due: Vallo di Diano (Sala Consilina, Polla, Caggiano, Atena Lucana, Auletta) e Ariano Irpino, Paolisi e Lauro in Campania. "Aspettiamo risposte dal governo sulle zone rosse Covid – aveva detto ieri De Luca – Non è possibile che le misure di ristoro economico riguardino soltanto la Lombardia" ha detto De Luca.

Ariano Irpino, test sierologici di massa: 673 positivi

Ad Ariano Irpino, intanto, l'Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno ha iniziato la sperimentazione di massa dei test sierologici, che rilevano la presenza di anticorpi nel sangue, prodotti come reazione a un'infezione da Coronavirus. Ma che vanno poi confermati con il tampone. Nello specifico, dallo screening con test sierologico condotto sulle prime 13.444 persone, sono risultati positivi in 673, pari al 5% del campione. I dati sono stati presentati nel corso della conferenza stampa a Palazzo Santa Lucia. I prelievi di sangue sono stati datti in due giorni , dividendo la città in settori. Realizzata una banca dati della popolazione, divisa per sesso, fasce d'età e professioni.