Immagine di repertorio.
in foto: Immagine di repertorio.

Proseguono le indagini per individuare il responsabile del ferimento di una ragazza di 19 anni, colpita da un proiettile vagante nella notte di Capodanno ad Aversa, in provincia di Caserta. La polizia è al lavoro per identificare la persona che ha sparato, colpendo la giovane all'addome mentre si trovava sul balcone con i familiari.

Ragazza di 19 anni ferita a Capodanno: trovate altre ogive, colpo sparato dall'alto

I primi rilievi degli investigatori hanno permesso di fare luce su alcuni dettagli dell'episodio, avvenuto lungo la strada che collega Aversa al comune di Teverola. Il proiettile che ha colpito la 19enne è entrato dall'addome e si è fermato all'altezza del gluteo. I poliziotti del locale commissariato, guidati da Vincenzo Gallozzi, hanno trovato altre ogive. Un particolare che prova che chi ha sparato lo ha fatto più volte. Dalla dinamica del ferimento, è inoltre certo che proiettili siano stati sparati dall'alto, probabilmente da un palazzo situato di fronte. La ragazza è stata soccorsa dal personale  del 118 e trasportata in ospedale in codice rosso: non è in pericolo di vita.

Il sindaco di Aversa: Totale disprezzo delle regole e della convivenza civile

Sull'accaduto si è espresso il sindaco di Aversa, Alfonso Golia: "È vergognoso che ancora ci sia chi spara colpi d'arma da fuoco per la fine dell'anno. Spero che l'indagine della polizia sia rapida e che chi ha premuto quel maledetto grilletto venga assicurato alla giustizia", ha detto il primo cittadino. "Di fronte al totale disprezzo delle regole e della convivenza civile – ha aggiunto il sindaco – è difficile trovare espressioni adeguate. Alla ragazza ferita auguro che possa tornare quanto prima alla sua vita normale".