immagine di repertorio
in foto: immagine di repertorio

Ufficialmente erano dei terreni liberi, ma quando le forze dell'ordine impegnate nel quadro di operazioni nella Terra dei Fuochi sono tornate per i controlli ci hanno trovato un cimitero per animali. Senza autorizzazioni, registrazioni, prive anche di qualsiasi accorgimento per tutelare l'ambiente. Tutto abusivo, insomma, per guadagnare su chi cercava un luogo di sepoltura per cani e gatti. E non era la prima volta che le due aree erano sottoposte ai controlli: l'utilizzo illegale era stato già scoperto ed erano stati apposti i sigilli.

Le due aree, per complessivi 4.200 metri quadrati, si trovano nel comune di Caserta, sono state oggetto di una seconda verifica da parte delle squadre interforze composte da Polizia, Carabinieri e Guardia di Finanza. Ai proprietari dei terreni sono stati contestati reati sanitari e ambientali per smaltimento illecito di rifiuti pericolosi e, per aver l'utilizzo dei terreni dopo aver rimosso i sigilli, l'omessa custodia di bene sottoposto a sequestro.

Nell'ambito dello stesso piano di controlli, che hanno portato alla scoperta di un laghetto artificiale a San Felice a Cancello riempito di rifiuti, è stata sequestrata un'area agricola di 500 metri quadrati in località Gradilli di Caserta, dove era stata stata allestita abusivamente una officina che svolgeva attività di carrozzeria, autodemolizione e soccorso stradale; il proprietario è stato denunciato per smaltimento illecito di rifiuti e cambio di destinazione del terreno. A Maddaloni i titolari di due depositi sono stati multati perché custodivano, senza le dovute precauzioni, una quantità molto più alta di quella consentita di contenitori di Gpl e veicoli per la rottamazione.