In quattro in auto, in piena notte, con pistola, coltello, grosse forbici e quattro caschi integrali, in giro tra Marano e Chiaiano, nella periferia Nord di Napoli. È quello che hanno trovato i Carabinieri di Marano a bordo di una Jeep dove stanotte stavano viaggiando quattro ragazzi, due dei quali originari di Chiaiano, che in un primo momento, alla vista dei militari, si erano dati alla fuga, ma poi si sono fermati e non hanno opposto resistenza. Tre, a seguito della perquisizione, sono stati arrestati e condotti al carcere di Poggioreale, il quarto, 16enne, è stato denunciato. La pistola, una Beretta semiautomatica calibro 7,65, era pronta all’uso, completa di un caricatore con 5 proiettili e con matricola abrasa. Sarà sottoposta ad accertamenti per verificare se è stata usata in fatti di sangue. Sono in corso indagini anche per capire se i ragazzi si siano resi responsabili nella notte o nei giorni scorsi di reati, anche in considerazione del fatto che nell'auto è stato ritrovato un orecchino d’oro di dubbia provenienza.

In quattro in Jeep con pistola e coltello

I ragazzi, secondo gli investigatori, sarebbero membri di una banda composta da tre maggiorenni e un minorenne tutti già noti alle forze dell'ordine: V.R. 23 anni, V.B. 22 anni, cugini tra loro entrambi di Chiaiano, e G.S. 19 anni, e un ragazzo di 16 anni. Le accuse sono di concorso in porto di arma clandestina, porto di oggetti atti ad offendere e ricettazione. L'episodio è accaduto la scorsa notte, quando i Carabinieri di Marano, durante un servizio di controllo del territorio, hanno notato nel centro della cittadina le manovre sospette di una Jeep con a bordo quattro ragazzi che, alla vista dei militari, hanno accelerato cercando di fuggire. Ne è nato un inseguimento terminato in via Santa Maria a Cubito, nel quartiere Chiaiano a Napoli.

Inseguimento e perquisizione

Raggiunti e fermati, i ragazzi senza opporre resistenza hanno fornito i documenti ai carabinieri risultando in regola. I militari hanno comunque voluto approfondire il controllo: non riuscivano a spiegarsi come questi giovani, nonostante in regola, avessero tentato di fuggire. Perquisita l’auto,  i carabinieri hanno rinvenuto e sequestrato una pistola Beretta semiautomatica calibro 7,65, sul tappetino poggiapiedi del passeggero. Inoltre, in una tasca dei sedili posteriori, vi erano delle forbici di ferro e un coltello a serramanico di 15 centimetri. Nel bagagliaio dell’auto quattro caschi semi-integrali con visiere oscurate.