Panico al cimitero di Pianura, dove un uomo, che pretendeva di entrare all'interno del camposanto con il motorino per raggiungere la tomba dei suoi cari direttamente in sella, ha aggredito a testate il dipendente cimiteriale che stava presidiando l'ingresso. Il lavoratore comunale Gennaro Mancini, di 65 anni, è svenuto dopo i primi colpi al viso  ed è stato soccorso dall'ambulanza del 118, che l'ha trasportato all'Ospedale San Paolo di Fuorigrotta per gli accertamenti. Dopo l'aggressione, l'uomo si è dileguato a bordo dello scooter. Per lui è scattata la denuncia. Sul posto sono intervenuti i carabinieri. Il malcapitato custode, invece, è stato dimesso con un referto di 15 giorni di prognosi.

La denuncia arriva dal sindacato Cisl Fp, che ha espresso immediata solidarietà al lavoratore cimiteriale aggredito. «Ogni giorno – affermano Luigi D’Emilio e Agostino Anselmi, rispettivamente segretario della Cisl Funzione Pubblica Napoli e responsabile Csl Fp per il Comune di Napoli – i lavoratori dei cimiteri sono esposti a tantissimi rischi. I dipendenti dei cimiteri cittadini non hanno nessun responsabile e troppo spesso vengono abbandonati al loro destino per tutte le incombenze e le responsabilità che si assumono durante il servizio».

Tra i vari problemi segnalati dalla Cisl Fp, «carenza di personale e turni massacranti. Gli operatori del cimitero sono costretti a lavorare in condizioni di precarietà e di insicurezza». Il caso accaduto nella tarda mattinata di oggi al cimitero di Pianura è solo l'ultimo episodio di violenza. Il dipendente cimiteriale, secondo le prime ricostruzioni, non aveva fatto altro che avvertire l'uomo che non era possibile entrare con lo scooter nel cimitero. «Ma allo stop del custode – riprende la Cisl Fp – l’uomo ha reagito aggredendo il lavoratore con una testata in pieno viso. L’episodio è accaduto in tarda mattinata. L’uomo era stato invitato dal lavoratore a parcheggiare all'esterno del cimitero il proprio scooter che tra l’altro ostacolava l’accesso all’automobile di una persona diversamente abile. L’aggressione è stata immediata. Il custode è caduto a seguito della testata. Un colpo violento che ha fatto perdere i sensi al dipendente comunale soccorso da un’ambulanza del 118. Trasportato all’Ospedale San Paolo, il custode è sotto osservazione clinica ed ha avuto una prognosi di 15 giorni».