BENEVENTO – Arrivano ottime notizie dal reparto di Terapia Intensiva dell'ospedale Rummo: Antonella Tuosto, la donna di 37 anni colpita al petto da una scheggia di metallo staccatasi da un razzo pirotecnico la notte di Capodanno a Sant'Agata de' Goti, si è svegliata dal coma farmacologico indottole dai medici. Antonella è ancora sotto stretta osservazione nel reparto di Terapia Intensiva del nosocomio sannita, attaccata a un casco di ossigeno a permanenza, che garantisce la possibilità di respirare a chi non è in grado di farlo da solo, ma ci sono ad ogni modo segnali di miglioramento, dopo i giorni in cui la 37enne ha lottato tra la vita e la morte, sottoposta a delicati interventi di rimozione del lobo polmonare e di ricostruzione toracica.

Nel frattempo, per il ferimento di Antonella Tuosto, è stato denunciato per lesioni gravi un carabiniere di 46 anni: sarebbe stato lui, la notte di Capodanno, che stava festeggiando insieme alla famiglia in piazza Trieste, dove si trovava anche Antonella, a far esplodere il razzo che ha poi colpito la 37enne al petto. Il militare dell'Arma sarebbe stato individuato grazie alle immagini delle telecamere di sorveglianza della piazza.