266 CONDIVISIONI
Covid 19
5 Giugno 2020
19:51

Comune Napoli, la Tassa sui rifiuti 2020 si pagherà a settembre-ottobre. Rinviata per Covid

La tassa dei rifiuti (TARI) i napoletani la pagheranno dopo l’estate. Dal Comune arriva la proroga di 3 mesi per le scadenze dei pagamenti della TARI, che slittano da giugno a settembre-ottobre, per venire incontro alle difficoltà delle famiglie per la crisi del Covid19.
A cura di Pierluigi Frattasi
266 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

La tassa dei rifiuti i napoletani la pagheranno dopo l'estate. Dal Comune arriva la proroga di 3 mesi per le scadenze dei pagamenti della TARI, che slittano da giugno a settembre-ottobre per venire incontro alle difficoltà delle famiglie per la crisi del Covid19. Un'iniziativa, già annunciata dal sindaco Luigi De Magistris, per aiutare i cittadini e i commercianti nella difficile ripresa dopo la crisi del Coronavirus. La delibera porta la firma dell'assessore al Bilancio e vicesindaco Enrico Panini e dispone il rinvio delle date di scadenza della rata unica e delle quattro rate della Tari 2020. La giunta De Magistris l'ha approvata nella riunione di oggi pomeriggio.

Ecco le nuove scadenze della TARI 2020

Una misura che si aggiunge agli altri provvedimenti presi dal Comune, come l'ordinanza e la delibera per i tavolini gratis a ristoranti, bar e caffè. La delibera dispone lo slittamento delle date di scadenza della rata unica e delle quattro rate della Tari 2020, come segue:

  • Scadenza della rata unica: dal 16 giugno al 30 ottobre;
  • Scadenza della prima rata: dal 16 giugno al 30 settembre;
  • Scadenza della seconda rata: dal 16 luglio al 30 ottobre;
  • Scadenza della terza rata dal 16 settembre al 30 novembre 2020;
  • Scadenza della quarta rata dal 16 novembre al 29 gennaio 2021.

Il vicesindaco Panini: “Così aiutiamo le famiglie”

“L’emergenza epidemiologica – commenta il vicesindaco Enrico Panini – ha indebolito la città nel suo complesso, con ricadute negative non solo sulle attività produttive, sociali e turistiche, ma anche sulle famiglie. Abbiamo deciso ancora una volta di intervenire con solerzia a sostegno di tutto il tessuto economico e sociale” dichiara il Vicesindaco Panini. “Una delle possibili misure agevolative di primo sostegno ai cittadini e alle attività commerciali è rappresentata dallo spostamento dei termini di pagamento della TARI, posticipandoli rispetto a quelli ordinari. Pertanto, il contribuente potrà versare le somme dovute in un’unica soluzione entro il 30 ottobre 2020 o, in alternativa, ha facoltà di effettuare il pagamento suddividendo l’ammontare complessivo in quattro rate tutte ampiamente posticipate”.

266 CONDIVISIONI
31374 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni