Si tratta di una semplice curiosità, che però balza all'occhio immediatamente e potrebbe anche nascondere una anomalia informatica. Come segnalato a Fanpage.it da molti lettori, che hanno sostenuto le prove preselettive del concorso Ripam per la Regione Campania, se si scorrono gli elenchi degli ammessi per la categoria C – quella riservata ai diplomati, i cui risultati sono stati resi noti solo il 3 dicembre, dopo oltre due mesi dalla fine delle prove – sui 5.120 candidati che sono stati ammessi alla prova successiva, quella selettiva vera e propria, ci sono soltanto 3 persone il cui cognome comincia con la lettera E. Si tratta, come detto, di un'anomalia informatica o di una pura e semplice casualità? La curiosità fa un po' sorridere, visto ad esempio Esposito è tra i cognomi più diffusi in Campania: in effetti si trovano Esposito, solo tre, tutti nel profilo VGC/CAM. Cosa che non accade, invece, nella categoria D, quella riservata ai laureati, dove gli ammessi con il cognome che inizia con la lettera E, Esposito compresi, sono tanti.

Polemiche erano sorte, dopo la pubblicazione delle graduatorie provvisorie sia per la categoria C che per quella D, anche sull'assenza dei non ammessi nei suddetti elenchi. In sostanza, molti di quelli che non ce l'hanno fatta, lamentavano l'impossibilità di conoscere lo stesso il punteggio raggiunto. Il Formez ha però tranquillizzato i partecipanti, dichiarando che tutti gli elaborati sarebbero stati disponibili appena possibile. Ad ogni modo, il concorso Ripam per la Regione Campania va avanti. Nei giorni scorsi, il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca ha reso note le date esatte nelle quali si svolgeranno le seconde prove scritte, quelle che danno poi accesso al tirocinio formativo retribuito presso gli enti regionali: dal 14 al 17 e dal 21 al 24 gennaio.