Sta diventando una vera e propria telenovela a puntate il concorso Ripam della Regione Campania: le prove preselettive sono state espletate lo scorso 24 settembre e, ad oggi, 22 novembre, due mesi dopo, sono stati resi noti soltanto i risultati per la categoria D, quella riservata ai laureati. Per i colpevoli ritardi nelle correzioni, affidate al Formez, la Regione Campania ha avviato un procedimento di contestazione per gli spostamenti della tempistica prevista nella pubblicazione delle graduatorie provvisorie. Lo ha annunciato, nel corso del Question Time odierno, il vicepresidente della Regione Campania Fulvio Bonavitacola, rispondendo a una domanda del consigliere regionale di Forza Italia Armando Cesaro proprio sul concorso Ripam. Bonavitacola ha reso noto che il 20 novembre è stata inviata contestazione al Formez e che, dopo due giorni, questa era tenuta ad inviare eventuali controdeduzioni, che però non sono arrivate: ora si potrà dunque procedere con le sanzioni.

"Le preselezioni erano previste da giugno a novembre 2019 il termine di 5 settimane dalla pubblicazione del bando in Gazzetta Ufficiale e sul Burc è contenuto negli indicatori di risultati allegati al progetto esecutivo. La natura complessa del concorso ha reso preferibile configurare questo termine come modulabile, per far fronte con efficacia a condizioni come l'ampia platea degli aspiranti. L'autorità di gestione il 22 ottobre ha invitato il Formez a fornire un riepilogo delle fasi attuative ma, anche in considerazione del mancato riscontro a questa richiesta, con nota del 20 novembre ha avviato il procedimento previsto e la contestazione di ritardi" ha ricordato Bonavitacola.