100 CONDIVISIONI
Covid 19
10 Marzo 2020
14:59

A Napoli crisi lavori edili: sospesi cantieri, anche al Cardarelli

Le attività di manutenzione edilizia all’Ospedale Cardarelli sono ferme perché gli operai della ditta privata sono stati messi quasi tutti in autoquarantena. A rilento i cantieri Unesco del centro storico di Napoli. Problemi sulle opere pubbliche in tutta la Campania. Filca Cisl: “Servono aiuti per gli operai e attrezzature protettive”.
A cura di Pierluigi Frattasi
100 CONDIVISIONI
Operai con mascherina nel cantiere Unesco di Porta Nolana
Operai con mascherina nel cantiere Unesco di Porta Nolana
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Caos sui lavori edilizi a Napoli a causa del Coronavirus. Molti cantieri sono allo stremo. La stretta sulle misure di sicurezza sanitarie e igieniche ha rallentato le lavorazioni. Bloccati i lavori di manutenzione all'Ospedale Cardarelli di Napoli, dove “la positività riscontrata per alcuni lavoratori della ditta privata che si occupa delle riparazioni edili – dichiara la Filca Cisl in un comunicato – ha costretto molti operai a mettersi in autoquarantena”. Società che opera anche in altre strutture ospedaliere. A rilento anche i cantieri Unesco del centro storico di Napoli, come a Porta Nolana, “dove le lavorazioni – afferma Massimo Sannino, responsabile organizzativo Filca Cisl Campania – procedono ormai a basso regime. Bloccate decine di cantieri in tutta la Campania. In sofferenza molti piccoli interventi in costiera Sorrentina”.

Con Zona Rossa nazionale, anche in Campania gli aiuti di Stato

Fino a ieri centinaia di lavoratori rischiavano di restare senza ammortizzatori sociali. Il nuovo Dpcm del Governo che ha esteso a tutto il Paese la Zona Rossa cerca di metterci una pezza. Anche in Campania, quindi, i lavoratori dell'edilizia potranno accedere alle indennità, all'estensione della cassa integrazione e al plafond nazionale stanziato per le aree in crisi per il Coronavirus, finora limitato alle sole del contagio in Nord Italia.

La proposta dei sindacati: “Più aiuti per gli operai”

“Alla luce della dinamica epidemica sviluppatasi in questi giorni – scrive la Filca Cisl Campania – e visti i casi di infezione che stanno interessando i nostri lavoratori in Campania, urge ampliare ad horas le garanzie di sostegno al reddito a tutti i lavoratori e alle aziende coinvolte. Nello specifico, evidenziamo la condizione dei lavoratori edili in Campania, spesso costretti a spostamenti e a lavorare in gruppi. Un settore dove è impossibile attuare il telelavoro ed il rigoroso rispetto delle direttive utili per il contenimento e la gestione dell'emergenza epidemiologica COVID-19”.

Al Cardarelli sospese le attività di manutenzione edilizia

Tra i vari casi, la Filca Cisl cita quello dell'Ospedale Cardarelli: “la positività di alcuni lavoratori edili – scrive – impegnati all'Ospedale Caldarelli di Napoli, di fatto costretti a mettersi in autoquarantena". "Su circa 30 operai della ditta di manutenzioni del nosocomio partenopeo – commenta Massimo Sannino (Filca Cisl) – al momento solo 5 o 6 sono in servizio per attività essenziali. Il resto è in autoquarantena a casa, di questi 4 lavoratori erano impegnati nel reparto dove è stato trovato positivo il primario del Cardarelli. Per questi motivi in alcuni presidi ospedalieri le manutenzioni non d'urgenza sono sospese".

Porta Nolana, rallentati i lavori dei cantieri Unesco

Lavori a basso regime anche sui cantieri Unesco nel centro storico di Napoli, oggetto di una visita, questa mattina, della Filca Cisl, per sincerarsi del rispetto delle misure preventive per il contagio per gli operai. “Sui cantieri – spiega Massimo Sannino – si devono osservare le dovute precauzioni e ottemperare alle norme di sicurezza per scongiurare il rischio contagio. Altrimenti si rischia il blocco di tutte le lavorazioni, che va assolutamente evitato”.

100 CONDIVISIONI
31624 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni