Sono sempre maggiori le misure precauzionali disposte dalle amministrazioni comunali dopo la diffusione del Coronavirus in Italia. A Valle di Maddaloni, piccolo centro nella provincia di Caserta, il sindaco Francesco Buzzo ha emanato una ordinanza con la quale si dispone che tutti i cittadini che sono stati nella zona del focolaio del nuovo virus, nel Nord Italia, ne diano comunicazione alle autorità competenti. "Il sindaco comunica alla cittadinanza che tutte le persone interessate da spostamenti da e per le aree individuate come focolai del Covid-19 (Coronavirus), in particolare le regioni del Nord Italia, devono immediatamente comunicare al sindaco o all'ufficio di Polizia Municipale del Comune di Valle di Maddaloni i loro spostamenti, la data di partenza o la data di arrivo sul territorio comunale di Valle di Maddaloni. Tali comunicazioni devono essere effettuate a tutela della salute pubblica in via precauzionale al fine di poter consentire alle autorità sanitarie locali di porre in essere dal protocollo del Ministero della Salute" si legge nell'ordinanza sindacale.

Proprio oggi, lo stesso provvedimento è stato adottato da un'altra amministrazione comunale del Casertano, precisamente a Piedimonte Matese, dove il sindaco Luigi Di Lorenzo ha emanato una ordinanza analoga con la quale si raccomanda ai cittadini che sono stati al Nord Italia di darne comunicazione e farsi controllare. Un provvedimento simile è stato adottato anche dall'amministrazione di Caiazzo (Caserta), guidata dal sindaco Stefano Giaquinto.

A Sant'Agata dei Goti invece, nella provincia di Benevento, il sindaco Giovannina Piccoli ha disposto la chiusura di tutte le scuole del territorio dal momento che una scolaresca della zona è appena rientrata da una gita a Milano e Verona.