La NapoliServizi mette in campo squadre speciali per il Coronavirus. Porteranno la spesa, farmaci e certificati medici a casa di oltre mille famiglie povere, che potranno farne richiesta tramite gli assistenti sociali delle Municipalità, e distribuiranno mascherine e gel igienizzanti nei centri assistenziali, come le case di cura per anziani. Si tratta di nuove attività di sostegno sociale per l'emergenza Covid-19 a favore delle fasce sociali deboli.

Ecco chi può chiedere i servizi a domicilio

Le nuove attività, spiega la società guidata dal manager Salvatore Palma, si rivolgono principalmente a sostegno delle famiglie degli utenti che già durante l’anno scolastico sono incarico al personale OSA della Napoli Servizi. Si tratta di circa mille famiglie a Napoli, che attualmente usufruiscono del servizio Osa. Ma eventuali ulteriori richieste, come da anziani e disabili saranno valutate di volta in volta. Per poter usufruire del servizio tutte le richieste dovranno essere inoltrate agli assistenti sociali delle Municipalità di riferimento che a loro volta le invieranno alla Napoli Servizi.

Dalla spesa ai medicinali, ecco cosa si consegna

Grazie alla riorganizzazione delle attività svolte dal personale OSA, già a supporto delle 10 Municipalità cittadine, in concomitanza della sospensione delle attività didattiche, da alcuni giorni gli operatori sono impiegati in attività di ritiro certificati medici, acquisto farmaci, consegna alimentari a domicilio, acquisto e consegna materiale didattico a domicilio, ritiro presso le scuole e consegna agli studenti bisognosi di tablet e sussidi didattici che le diverse scuole possono mettere a disposizione per la didattica a distanza. La società Napoli Servizi ha attivato da questa settimana una serie di attività di sostegno sociale a favore delle fasce sociali più deboli su tutto il territorio cittadino. Tra le varie iniziative anche la consegna a casa dei pc portatili ai bimbi delle fasce meno abbienti indicati dalle scuole per poter studiare da casa. Inoltre, a supporto di ogni municipalità sono stati messi a disposizione gli autisti del trasporto H ed un veicolo destinato al trasporto sociale per eventuali esigenze a sostegno delle fasce più deboli del territorio.

Mascherine e gel gratis nei centri per anziani

La NapoliServizi poi distribuirà mascherine e gel igienizzante presso centri assistenziali comunali, come le case di cura per anziani (Casa Signoriello). Si tratta di un aiuto per fronteggiare le diverse necessità legate all’emergenza Coronavirus. Le nuove attività sono state messe in campo grazie alla collaborazione con l’Assessorato al Welfare e alla Direzione Centrale Servizio Politiche di Inclusione Sociale del Comune di Napoli.

NapoliServizi assicura i dipendenti contro il Covid-19

Intanto, Napoli Servizi S.p.A. ha assicurato tutti i 1600 dipendenti per eventuale contagio al COVID-19. La polizza interesserà lavoratori, tra impiegati e operai, e riconoscerà una diaria da ricovero e da convalescenza nel caso di positività al virus COVID-19. Inoltre, per tutta la durata della polizza, la compagnia assicurativa metterà a disposizione una centrale operativa, accessibile tramite numero verde 24 ore su 24, che fornirà assistenza telefonica per richieste di pareri medici immediati o informazioni sanitarie. La polizza è stata sottoscritta con la compagnia Unipol Sai e il costo è a totale carico dell’azienda. L’iniziativa si inserisce nelle azioni di welfare aziendale ed è stata fortemente voluta dalla società a tutela della salute dei propri lavoratori, in momento complesso e difficile per l’intera collettività. Tale ulteriore tutela per i lavoratori e le lavoratrici si aggiunge alle iniziative già messe in campo dall’azienda sin dall’inizio dell’emergenza; come l’attivazione di numerosi contratti di lavoro agile o congedi straordinari, garantendo allo stesso tempo tutti i servizi forniti quotidianamente alla città.