Va all'altra il dipinto del volto del dottor Paolo Antonio Ascierto realizzato dallo street artist napoletano Jorit Agoch: solo pochi giorni fa era stato lo stesso artista a mostrare il volto dell'oncologo originario di Solopaca su Instagram, con tanto di didascalia "Difendiamo e miglioriamo il servizio sanitario pubblico nazionale". Il dottor Ascierto è infatti attualmente a capo dell'equipe medica che ha richiesto la sperimentazione ufficiale del farmaco Tolicizumab, già utilizzato contro l'artrite reumatoide, per la cura dei casi più gravi di coronavirus.

Il volto di Paolo Antonio Ascierto ha anche i tradizionali "segni sul volto", firma e marchio dello stesso Jorit, che in diverse interviste aveva spiegato di applicare in tutte le sue opere perché rappresentano "il simbolo dell'unità opposta alla singolarità". Ma ora il dipinto, oltre a rendere omaggio al medico che ha richiesto la sperimentazione ufficiale del  farmaco Tolicizumab contro il coronavirus, avrà anche un'altra funzione: quella di raccogliere fondi per gli ospedali napoletani e lombardi. Il dipinto andrà infatti all'asta su internet e, con il ricavato dalla sua vendita, si provvederà a finanziare la ricerca scientifica dell'istituto Pascale di Napoli, dove lavora Ascierto, ma anche per sostenere gli ospedali della Lombardia, messi a dura prova dall'emergenza coronavirus. L'asta è online sul sito Blindarte.com: il versamento diretto ha un conto dedicato per il Pascale (IT86 I 03069 03568 10000 03000 08) ed un altro per i nosocomi lombardi (IT76 P030 6909 7901 0000 0300 089). L'asta, inoltre, sarà aperta per tutto il periodo di emergenza coronavirus.