Napoli piange un altro medico ucciso dal Coronavirus: si tratta del dottor Maurizio Galderisi, 65 anni, professore di Medicina Interna all'Università Federico II di Napoli, nonché stimato cardiologo. Dopo essere risultato positivo al Coronavirus, il dottor Galderisi era stato ricoverato in ospedale, dove purtroppo è sopraggiunta la morte. Galderisi era anche vicepresidente della Società europea di Imaging cardiovascolare. "Non vogliamo essere persone eccezionali, vogliamo essere medici, infermieri, professionisti che possono svolgere il proprio lavoro: prenderci cura dei nostri pazienti e salvarli quando è necessario avendo a disposizione tempo, spazi e attrezzature adeguate. Oggi il Coronavirus ci ha portato via il professore Maurizio Galderisi, un caro amico. Una perdita immensa per cardiologia italiana, europea e mondiale. Il mio cuore si ferma, non sarebbe dovuto succedere. Ti abbraccio forte" lo ricorda un collega sui social network.

Qualche giorno fa, la città di Napoli ha pianto anche la morte di un altro stimato dottore, Gaetano Autore, detto Nino, medico di base del Vomero, quartiere collinare della città. Il dottor Autore, dopo essere risultato positivo al Coronavirus e dopo l'aggravarsi delle sue condizioni, era stato ricoverato all'ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli, Covid Unit per quanto riguarda l'Asl Napoli 2 Nord, dove purtroppo è sopraggiunto il decesso nella mattinata dello scorso 25 marzo. La figlia, in un messaggio scritto sui social per ricordarlo, dice: "Hai messo la vita dei tuoi pazienti davanti alla tua".