Sembra essere molto grave la situazione che l'emergenza Coronavirus ha generato nella casa di riposo di Madonna dell'Arco di Sant'Anastasia, nella provincia di Napoli: negli ultimi giorni, nella struttura per anziani sono morte tre persone; per due di queste, il tampone effettuato post-mortem ha confermato la positività al Covid-19. In totale, nella casa di riposo sono risultate positive al Coronavirus 24 persone, tra pazienti e personale di servizio. Un boom di contagi che ha fatto preoccupare l'Asl, che ha effettuato tamponi a tappeto, anche tra i confratelli domenicani che vivono nel convento della Madonna dell'Arco, a pochi passi dalla casa di riposo, tra cui anche il Priore, padre Alessio Romano, risultato per fortuna negativo al tampone.

Proprio padre Romano, qualche giorno fa, su Facebook scriveva: "Grazie di cuore agli operatori dell’Asl, al commissario prefettizio, alle forze dell’ordine, a tutti coloro che in queste ore ci sono stati accanto. Il Coronavirus è democratico, è una Livella, può arrivare ovunque. Due sono i tamponi positivi effettuati fino a stasera su ospiti della Residenza Anziani di Madonna dell’Arco ora in quarantena obbligatoria. Poco fa a me e a tutti gli altri confratelli è stato effettuato, per precauzione, il tampone, e mentre scrivo gli stessi operatori lo stanno effettuando a tutti gli ospiti e al personale delle case di riposo! Ci affidiamo alla Mamma dell’Arco che secoli fa, in questo giorno, dette vita al miracolo delle Stelle. Tengo a rassicurare i miei genitori, i miei parenti, i miei amici, che sto bene".

Una situazione purtroppo molto simile a quella di Sant'Anastasia si sta verificando in una casa di riposo del Vallo di Diano, nella provincia di Salerno, dove sono già 16 le persone risultate positive al Covid-19 nella struttura per anziani di Sala Consilina: tra queste, si registra purtroppo anche il decesso di un uomo di 74 anni.