L’sms della Città Metropolitana di Napoli per le denunce Covid–19
in foto: L’sms della Città Metropolitana di Napoli per le denunce Covid–19

“Hai visto un assembramento? Qualcuno che non rispetta le regole imposte dal Governo per il Coronavirus? Segnalacelo”. Anche a Napoli arriva il numero verde per denunciare chi viola i decreti per il rischio contagio da Covid-19. Con un sms la Città Metropolitana di Napoli, guidata dal sindaco metropolitano Luigi de Magistris, sta informando i cittadini dell'attivazione del numero verde ad hoc “0813736320 per le segnalazioni”, attraverso il quale possono ricevere informazioni sui decreti di Governo e Regione Campania, “ma soprattutto possono segnalare assembramenti e violazioni delle norme anti-contagio, in maniera da consentire interventi immediati delle pattuglie nell'area”. Uno strumento a servizio della Polizia Metropolitana per rafforzare gli interventi sul territorio contro il rischio di estendere il contagio, nell'ottica di una "polizia di prossimità". Un'iniziativa analoga della sindaca Virginia Raggi per Roma Capitale, però, nelle scorse ore ha suscitato le polemiche delle opposizioni che hanno gridato alla “caccia all'untore”.

Polemiche a Napoli sul numero per le denunce Covid-19

Buone certamente le intenzioni di Palazzo Matteotti. Il numero di telefono è stato attivato per agevolare l'intervento delle forze di vigilanza, compresa la Polizia metropolitana di Napoli, volto a contrastare il rischio di contagio da Covidì-19 in tutta la vasta area che copre i 92 Comuni dell'ex Provincia. Ma anche a Napoli non mancano le polemiche. “Mi sembra un po' eccessivo – commenta Diego Venanzoni, consigliere comunale Pd – mettere a disposizione un numero per istituire una sorta di caccia all'uomo. Sarebbe stato forse più utile rendere disponibile quel numero di telefono per il welfare della città metropolitana e per le iniziative dell'ente provinciale che intende adottare a tutela e difesa delle fasce più deboli”.

La Città Metropolitana: “Tutti facciano la loro parte”

“Sono un uomo e non c’è cosa umana a cui mi senta estraneo”. Inizia con una citazione del commediografo latino Terenzio (“Homo sum, humani nihil a me alienum puto”), il comunicato della Città Metropolitana di Napoli del 18 marzo 2020 sull'istituzione del nuovo numero verde per il Coronavirus. Vale a dire un richiamo al senso di responsabilità di ciascuno per combattere il diffondersi del virus. “La Polizia Metropolitana di Napoli, polizia ambientale specializzata, da sempre vicina alle esigenze della collettività, continuando su tale strada, per fornire tutte le indicazioni utili ad interpretare correttamente la regola contraddistinta dal gioviale hashtag #iorestoacasa, si trasforma in una polizia di prossimità... telefonica. Un numero dedicato: 0813736320, cui indirizzare domande per una maggiore consapevolezza sul da farsi e per condividere la cultura della prevenzione…Noi con voi”. Il numero verde, è specificato, è attivo dalle 10 alle 17 dal lunedì al venerdì.

A cosa serve il numero di telefono

Il numero di telefono avrà diversi utilizzi. Servirà per i “servizi per il controllo del territorio per la verifica dell'osservanza delle prescrizioni volte al contenimento del contagio da Coronavirus – COVID 19”. Le pattuglie della Polizia Metropolitana “sono operative sul territorio per verificare che tutti osservino le prescrizioni volte al contenimento del contagio da Coronavirus”. Infine, l'appello ai cittadini: “Potrebbe capitare che, nei prossimi giorni, siate fermati da una delle nostre pattuglie. Vi preghiamo, non arrabbiatevi, non siate sgarbati, anzi, agevolateli: sono lì per voi, sono lì per noi tutti. Non sono lì per dispetto o per dar noia”.