566 CONDIVISIONI
Covid 19
27 Marzo 2020
7:24

Gli aggiornamenti del 27 marzo sui casi di Coronavirus a Napoli e in Campania

Sono 1.454 i casi di Coronavirus in Campania. In una sola giornata si sono registrati ben 145 contagi: record da quando l’epidemia ha colpito la regione. In totale, da quando è iniziata l’emergenza, come rende noto l’apposita Unità di Crisi, in Campania sono stati effettuati 9.728 tamponi: i morti sono 83, mentre i guariti 58.
A cura di Nico Falco
566 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Sono 1.582 i casi di contagio da coronavirus in Campania. Il dato, che comprende anche le persone decedute (98) e i guariti (64) è stato diffuso dall'Unità di Crisi della Regione Campania, con l'ultimo bollettino aggiornato alle ore 22:00 di oggi, venerdì 27 marzo 2020. Nella giornata di oggi sono stati eseguiti 865 tamponi, dei quali 128 sono risultati positivi (il dato di ieri era di +145). Complessivamente dall'inizio dell'emergenza in Campania sono stati effettuati 10.593 tamponi.

Nel dettaglio, i tamponi esaminati oggi: 190 al Cotugno di Napoli (19 positivi), 302 al Ruggi di Salerno (53 positivi), 48 al Sant'Anna e San Sebastiano di Caserta (4 positivi), 57 all'ospedale Moscati di Aversa (1 positivo), 78 all'ospedale Moscati di Avellino (36 positivi), 27 all'ospedale San Paolo di Napoli (3 positivi), 100 all'azienda ospedaliera universitaria Federico II di Napoli (5 positivi) e 63 all'ospedale Santa Maria della Pietà di Nola (7 positivi). Oggi in regione sono decedute 15 persone positive al coronavirus Sars-Cov-2, il numero complessivo dei decessi raggiunge quindi quota 98.

Gli ultimi dati disponibili riguardo la situazione negli ospedali sono stati diffusi alle 17 di oggi dalla Protezione Civile nazionale, quando il numero dei contagiati era di 1.454 persone, tra cui 64 guariti, 98 decessi e 1.292 ancora positivi. Di questi ultimi,  723 sono in isolamento domiciliare, 456 sono ricoverati in ospedale con sintomi della Covid-19 e 113 sono in Terapia Intensiva. Il picco massimo, ha spiegato il conferenza il presidente Vincenzo De Luca, è atteso per la prima settimana di aprile: si stima che in quei giorni il numero dei ricoverati possa salire fino a 3mila ma, ha assicurato il governatore della Campania, il sistema sanitario regionale è in grado di reggere se dal Governo continueranno ad arrivare i rifornimenti di dispositivi di protezione individuale e gli altri materiali assicurati.

566 CONDIVISIONI
31624 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni