793 CONDIVISIONI
Covid 19
15 Marzo 2020
13:55

Coronavirus Napoli, il grande cuore dei volontari che portano spesa e medicine a chi non può uscire

L’emergenza Coronavirus e i decreti del governo impongono di non uscire di casa se non per questioni urgenti, come l’acquisto di beni di prima necessità. Alcuni, come gli anziani e le persone affette da disabilità motorie, non possono uscire: ecco allora che a Napoli i volontari dell’associazione “Viole di Partenope” provvedono a consegnare spesa e medicinali a chi non può uscire di casa.
A cura di Valerio Papadia
793 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

In questi giorni di emergenza sanitaria, in cui i decreti del governo per cercare di fermare l'avanzata del Coronavirus nel nostro Paese impongono di rimanere in casa e di uscire soltanto per questioni di comprovata urgenza, ci sono persone che, anche prima di questi terribili giorni, erano costrette in casa, e lo saranno anche quando questa emergenza sarà finita: sono le persone particolarmente anziane che, datà l'età, non riescono più ad uscire di casa; sono le persone affette da disabilità motorie – e non solo – che fisicamente sono costrette nelle loro abitazioni. Ecco che allora a Napoli, un gruppo di persone pensa anche a loro: sono i volontari dell'associazione "Viole di Partenope"  che provvedono a recapitare a queste persone, a domicilio, beni di prima necessità come i generi alimentari oppure i farmaci, di cui spesso hanno bisogno per le loro terapie che seguono quotidianamente.

"Assistiamo le persone in pratiche semplici, facciamo la spesa, portiamo i medicinali, ci stanno chiedendo molte mascherine – spiega a Fanpage.it Maria Pia Viola dell'associazione "Viole di Partenope" – facciamo anche un supporto telefonico e in questo momento di crisi non guardiamo l'orologio e non facciamo turni o fasce orarie, andiamo dove serve". Come detto, a rivolgersi ai volontari sono soprattutto gli anziani, ma anche le persone sole, che non hanno nessuno a cui rivolgersi: "Hanno bisogno soprattutto di parlare, molti hanno figli o nipoti che possono andare a trovarli, ma loro stessi non vogliono, siamo diventati la loro famiglia" conclude Maria Pia Viola.

Sono moltissime le associazioni, i volontari e i numeri da chiamare, in tutta Napoli, affinché anche chi è impossibilitato ad uscire di casa e chi è solo possa ricevere a domicilio beni di prima necessità. Le Municipalità, in tutti i quartieri della città, stanno cercando anche di coordinare le offerte spontanee di volontariato che arrivano dalla cittadinanza.

793 CONDIVISIONI
31090 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni