La morte del dottor Nino Autore, 69 anni, medico di base napoletano, residente al quartiere Vomero, ucciso dal Coronavirus, ha sconvolto molte persone: il medico è l'ennesima vittima del Covid-19 in Campania. La figlia del dottor Autore, sui social network, ha voluto dedicare un pensiero al papà: "Hai messo la salute degli altri prima della tua. Hai continuato a lavorare come medico di famiglia fino all'ultimo, la tua passione più grande. Così come mi hai insegnato a vivere e come mi hai permesso di fare sempre, supportandomi sempre negli studi e nella carriera. Il virus ti ha portato via da noi in una settimana, senza darci il tempo di capire, realizzare. Io ero lontana e non ti vedevo da tanto a Roma per lavoro. Mi mancherai sempre e ogni giorno perché avevamo un rapporto simbiotico, unico e speciale: puro amore".

Il dottor Nino Autore, come detto medico di famiglia al Vomero, quartiere collinare di Napoli, è deceduto nella notte all'ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli, nella provincia di Napoli, con l'emergenza trasformato in Covid Unit, dove era stato ricoverato dopo essere risultato positivo al Coronavirus. "Qualcuno ancora non si pone il problema dei dispositivi di protezione individuali per i medici di famiglia e del modello organizzativo, il problema non è solo il decesso del dottor Gaetano Autore, ma è capire se, durante il lavoro, abbia contagiato qualcuno o se i colleghi stiano ancora diffondendo il virus. Il dispositivo di protezione individuale, utilizzato da un medico che ha una relazione diretta coi pazienti, diventa un dispositivo di protezione collettivo" ha dichiarato a Fanpage.it il dottor Silvestro Scotti, presidente dell'Ordine dei Medici di Napoli.

Il cordoglio del Comune di Napoli

Anche l'amministrazione comunale di Napoli, nelle figure del sindaco Luigi de Magistris e dell'assessore alla Salute Francesca Menna: "Ci stringiamo commossi attorno alla famiglia del Dottor Gaetano Autore deceduto nello svolgimento della sua missione di Medico di Famiglia. Il prezzo che stanno pagando i medici in tutta Italia è altissimo, e soprattutto i medici di famiglia, dimostrando quanto il loro ruolo rappresenti davvero quello più prossimo ai cittadini, il primo medico che il paziente incontra. Proprio per questo motivo l’Amministrazione ha sempre dimostrato grande vicinanza a questa categoria il cui operato è fondamentale e insostituibile nello scenario della Sanità Pubblica; un ruolo così prezioso che andrebbe potenziato e valorizzato. Il Dottor Gaetano Autore era prossimo alla pensione e questo dettaglio rende ancora più amara la notizia, è morto in battaglia, e questo gli fa onore".