Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

I risultati dei test al coronavirus si sono rivelati negativi: il 40enne salernitano ricoverato prima all'ospedale Ruggi d'Aragona-San Giovanni di Dio e poi trasferito d'urgenza al Cotugno di Napoli, non è affetto da coronavirus. L'ufficialità è arrivata negli ultimi minuti ed è stata resa noto poco dopo mezzogiorno: la paura era tanta, visto anche che l'uomo era rientrato dalla Cina appena tre giorni fa, dopo aver passato diverso tempo nel paese del Sol Levante dove vive la fidanzata. Il suo volo aveva fatto scala a Berlino e dalla capitale tedesca era poi rientrato in Italia. Massimo riserbo sulla sua identità: si tratterebbe di un uomo originario di un comune degli Alburni, ma non sono stati resi noti altri dettagli sull'uomo, che ha circa quarant'anni.

La vicenda era stata sera nota nel pomeriggio di ieri, lunedì 10 gennaio, quando l'uomo in preda ad una forte febbre si era recato al Pronto Soccorso dell'ospedale Ruggi d'Aragona-San Giovanni di Dio di Salerno, dove aveva avvisato i medici del suo viaggio in Cina, terminato appena tre giorni prima. E così, sono scattati subito i protocolli sanitari: il 40enne, a bordo di un'ambulanza attrezzata dell'Humanitas, era stato così condotto all'ospedale Cotugno di Napoli per i controlli del caso e, soprattutto, per i test specifici che dovevano accertare la presenza o meno del coronavirus. Test che hanno dato dunque un esito negativo, facendo tirare un sospiro di sollievo ai più, ed in primis allo stesso uomo. Nei giorni scorsi, la Regione Campania aveva attivato anche un numero verde per avere informazioni sul virus, mentre da Palazzo Santa Lucia era stata anche diffusa una nota su cosa fare con i casi sospetti, in accordo con il Ministero della Salute.