188 CONDIVISIONI
Covid 19
30 Marzo 2020
14:07

Nuovi casi di Coronavirus in provincia di Caserta: ci sono anche un carabiniere e un 15enne

Aumentano i casi di positività al coronavirus nella provincia di Caserta: altri undici casi che portano il conteggio a 197 casi. Tra questi, anche un carabiniere rientrato da Torino ed un 15enne. Altri due decessi: sono un 70enne di Teano ed un paziente di San Cipriano d’Aversa. I morti per Covid-19, nel Casertano, sono ora diciotto.
A cura di Giuseppe Cozzolino
188 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Altri undici casi di positività al coronavirus nella provincia di Caserta: il conteggio sale così a 197 casi complessivi, rispetto ai 186 di sabato. Sale anche il conteggio dei deceduti: sono diciotto i morti per Covid-19 nel Casertano. Altre due persone infatti sono decedute nelle ultime ore: si tratta di un settantenne di Teano, ricoverato in terapia intensiva già da diversi giorni a Maddaloni, dove si trova un Covid-Hospital, e di una persona, anch'essa deceduta nel medesimo nosocomio, proveniente da una struttura sanitaria di Castel Morrone, ma originaria di San Cipriano d'Aversa.

Per quest'ultimo caso, non ci sarebbero stati contatti tra la persona ed i familiari da inizio marzo. Diversa la situazione del 70enne di Teano: per i suoi familiari è stato disposto il tampone obbligatorio. Per tutti, l'esito è stato negativo: si attende solo l'ultimo risultato, ancora in laboratorio. Lutto cittadino a Teano, come spiegato dal sindaco Dino D'Andrea. Buone notizie per quanto riguarda i guariti: sono nove le persone dimesse in tutto il territorio casertano, la maggior parte delle quali sono state sottoposte a trattamento con il Tocilizumab, il farmaco per l'artrite reumatoide.

Sempre nel Casertano, primo caso a Sessa Aurunca: è un carabiniere di 24 anni, in servizio a Torino. Il giovane è in quarantena già da dodici giorni, da quando cioè è rientrato in paese. A Maddaloni, invece, positivo un quindicenne, parente di un altro caso già positivo a Covid-19: anche lui è in isolamento da oltre dieci giorni. I casi, a Maddaloni, sono dunque nove e non dieci come invece aveva comunicato inizialmente l'Asl. Il sindaco Andrea De Filippo ha chiarito che l'errore è stato dovuto ad una doppia trascrizione dello stesso cognome. Salgono anche i contagi ad Aversa: un finanziere rientrato dal nord, diventato così il quattordicesimo caso nella cittadina normanna, mentre primo caso anche a Grazzanise: è un sessantenne risultato positivo, ed ora anche il coniuge dovrà sottoporsi al tampone.

188 CONDIVISIONI
31374 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni