3.351 CONDIVISIONI
Covid 19
2 Maggio 2020
21:26

De Luca con il lanciafiamme diventa una bomboniera per una festa di laurea

“Se fate una festa di laurea mandiamo i carabinieri col lanciafiamme”. Una delle uscite più note del presidente della Campania, Vincenzo De Luca, che è stato per questo “avvertimento” vittima di un contrappasso dantesco: un artigiano di Cercola (Napoli) ha creato una statuina che lo ritrae in forma caricaturale proprio con un lanciafiamme e un laureando l’ha scelta come bomboniera.
A cura di Nico Falco
3.351 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Dopo aver vietato le feste di laurea, ne è diventato uno dei protagonisti. Si potrebbe parlare della regola dei contrappasso di dantesca memoria per la trovata ironica che ha visto coinvolto suo malgrado il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, riprodotto come una statuina che è diventata proprio, ecco il paradosso, una bomboniera per festeggiare una laurea. Tutto nasce da uno degli exploit più famosi del Governatore, quello relativo ai festeggiamenti. "Mi arrivano notizie – aveva detto durante una delle dirette di fine marzo – che qualcuno vorrebbe preparare la festa di laurea. Mandiamo i carabinieri, ma li mandiamo con i lanciafiamme. Ma è una festa di laurea… ma fatela fra due mesi, tre mesi, quattro mesi… è incredibile".

L'avvertimento, una iperbole in pieno stile De Luca, non deve aver convinto proprio tutti, visto che nei giorni successivi in molti non hanno rinunciato a festeggiare i compleanni (con relativa multa per aver violato le norme anti contagio da coronavirus), ma l'immagine evocativa aveva colpito. Imitazione dopo imitazione, battuta dopo battuta e dopo essere diventata anche un videogioco, era entrata nella testa anche di un artigiano di Cercola, in provincia di Napoli, che aveva pensato di farne una statuina. Non da presepe, ma più un modellino bobble head, sullo stile caricaturale di quelle che solitamente riproducono personaggi di film, fumetti e videogiochi con la testa sproporzionata. In questo caso, con tanto di piccolo tocco di laurea in testa, il tipo cappello dei neolaureati, e lanciafiamme tra le mani.

La foto della creazione è stata notata da un ragazzo in procinto di laurearsi in Scienze Motorie, con discussione della tesi prevista per l'8 giugno, che non ha avuto dubbi, ha contattato l'artigiano e si è accordato per la produzione. Perché, se la festa di laurea non è consentita, nulla vieta di ricordare quel giorno associandolo a un particolare che, anche a distanza di anni, potrà aiutare a ricordare questi giorni difficili almeno con un sorriso.

3.351 CONDIVISIONI
31631 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni