L'incendio nell'azienda di lavorazione degli pneumatici di Battipaglia è di origine dolosa. Lo ha detto il Governatore della Campania, Vincenzo De Luca (Partito Democratico), intervenuto come spesso accade su LiraTv. Nessuna "tragica fatalità", dunque, ma un vero e proprio atto volontario quello che avrebbe innescato l'incendio che ha sprigionato anche una enorme nube di fumo nero che ha costretto la gente a chiudersi in casa anche nel raggio di diversi chilometri, "Colpisce che appena una settimana prima fosse stata fatta un'ispezione dell'Arpac in quello stabilimento", ha spiegato il governatore, "la quale aveva annunciato che tutto forse a norma. E questo significa, plausibilmente, che l'incendio è stato appiccato. Al 99% è doloso".

Insomma, sembrano davvero non esserci dubbi per il governatore della Campania, che sposa una posizione già presa dal ministro dell'Ambiente Sergio Costa (Indipendente, ma in quota Movimento Cinque Stelle nel Governo Conte I prima e confermato nel Governo Conte II poi). Costa aveva infatti spiegato, nelle ore successive all'incendio nell'azienda che si occupa di lavorazione di pneumatici, che "a Battipaglia sta accadendo qualcosa di losco. È una guerra e le vittime sono i cittadini che in quel territorio soffrono da troppo tempo". De Luca ha spiegato che nelle prossime ore, intanto, arriveranno i risultati dell'attività di monitoraggio dell'Arpac, nonché che "faremo il massimo affinché tutto sia quanto prima a norma per quanto riguarda le nostre competenze: controllo atmosfera e emissioni e tutela della salute".