A distanza, visto che non c'è dialogo e non si incontrano da tempo immemore, non perdono occasione di punzecchiarsi il sindaco di Napoli Luigi de Magistris e il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca. Proprio il primo cittadino partenopeo, nel corso di una intervista radiofonica a Rtl 102.5, si è lasciato andare a dichiarazioni sull'assenza di dialogo con il governatore campano. "Il presidente della Regione Campania non vuole incontrarmi, sarà un'allergia – ha dichiarato de Magistris -. Noi abbiamo creato un canale di dialogo, quindi c'è dialogo tra livello tecnico e politico, ma il presidente della Regione non mi vuole proprio incontrare, io ho provato anche a mandargli una lettera".

E ancora: "Sono circa due anni che non vuole incontrarmi, sarà un'allergia, io più di dirglielo per telefono, scrivergli, tendergli la mano quando lo incontro e lui si gira dall'altra parte". Il sindaco di Napoli, poi, ha concluso l'intervista con una battuta di spirito: "Io ho tanti difetti ma rispetto molto le istituzioni, tra l'altro ho incontrato tutti nella mia carriera, forse ci vorrebbe un antistaminico".

De Magistris non ha parlato, almeno non in questa occasione, di una sua possibile candidatura alle Elezioni regionali in Campania del 2020: il sindaco di Napoli cambia idea quasi quotidianamente. Nei giorni scorsi ha dichiarato che, dopo l'Epifania, presenterà la lista con l'indicazione anche di un possibile candidato: de Magistris si è detto anche aperto al dialogo con altre realtà politiche per concorrere insieme alla poltrona di Palazzo Santa Lucia e contrastare proprio De Luca, che si ricandiderà con molta probabilità per un secondo mandato.