La vittima, Rosaria Lobascio
in foto: La vittima, Rosaria Lobascio

La famiglia, gli amici e tutta la comunità di Sala Consilina, cittadina della provincia di Salerno nella quale abitava ed era cresciuta, si preparano a dare l'ultimo saluto a Rosaria Lobascio, la studentessa di 22 anni deceduta lo scorso 8 giugno dopo aver accusato un malore: pochi giorni prima la ragazza era stata sottoposta ad un intervento chirurgico di riduzione dello stomaco all'ospedale di Mercato San Severino che, come è stato più volte ribadito, era stato effettuato per problemi di salute e non per fini prettamente estetici. I funerali si svolgeranno domani, giovedì 14 giugno, alle 9.30 nella chiesa di Sant'Eustachio, proprio a Sala Consilina.

Intanto ieri, come disposto dalla Procura di Nocera Inferiore, che coordina le indagini, una equipe medica del Policlinico della Federico II di Napoli ha effettuato l'autopsia sul corpo di Rosaria: i risultati, che chiariranno definitivamente le cause del decesso, saranno però resi noti soltanto nei prossimi giorni. La Procura, nel frattempo, ha iscritto nel registro degli indagati 11 medici: si tratta di 9 dottori dell'ospedale di Mercato San Severino, che fanno parte dell'equipe che ha effettuato l'intervento sulla studentessa, e di due dottori in servizio all'ospedale di Polla, dove la studentessa è stata portata lo scorso mercoledì; per i medici l'accusa è quella di omicidio colposo.