Tragedia, avvolta ancora dal mistero, a Torre Annunziata, nella provincia di Napoli, dove il cadavere di un uomo è stato ritrovato all'interno della sua abitazione. La scoperta è stata effettuata in via Penniniello, zona periferica della città oplontina: la vittima, stando a quanto si apprende, sarebbe un uomo di 46 anni di nazionalità cinese, anche se la sua identità non è ancora stata resa nota. Sul suo corpo sono state rinvenute ferite da arma da taglio su diverse parti del corpo, alla gola e all'addome. Sul posto i carabinieri, che hanno effettuato tutti i rilievi del caso e che ora indagano per determinare cosa sia accaduto all'uomo: per il momento, gli inquirenti non escludono nessuna ipotesi, dall'omicidio al cruento suicidio; sarà l'autopsia, che dovrebbe essere disposta dalla Procura di Torre Annunziata, a chiarire cosa è accaduto nell'abitazione. Nell'abitazione erano presenti anche due connazionali della vittima, che sono stati ascoltati dagli inquirenti.

È un omicidio conclamato, legato a quanto sembra alla criminalità organizzata della zona, quello che si è consumato invece ieri ad Acerra, ancora nella provincia di Napoli, dove un uomo è stato ucciso per strada, in pieno giorno, a colpi di pistola: la vittima è Pasquale Tortora, 55 anni, fratello del boss Domenico. L'uomo è stato raggiunto poco lontano dalla sua abitazione, in via Gennaro Calzolaio, ed è stato ferito a morte con alcuni colpi di pistola: sulla vicenda indagano i carabinieri di Castello di Cisterna, che hanno effettuato tutti i rilievi del caso, e ai quali spetta il compito di rintracciare il responsabile – o i responsabili – dell'omicidio che si è consumato per strada, in pieno giorno.