Le operazioni di spoglio a Casoria delle schede per le elezioni Comunali sono iniziate alle ore 14, ma la tensione è molto alta: il Movimento 5 stelle ha denunciato una aggressione ai danni della sua candidata a sindaco Elena Vignati: "Una ignobile aggressione verbale e fisica da parte di un noto avversario politico locale – si legge in una nota gruppo del Movimento 5 stelle in Consiglio regionale della Campania. "Un episodio – ha proseguito il gruppo – ancor più grave perché avvenuto ai danni di una donna e nella sede di un seggio elettorale, il V Circolo Didattico Mauro Mitilini, alla presenza di numerosi testimoni oculari e presidiato dalle forze dell'ordine".

"Dopo essere stata affrontata con toni offensivi e volgari, la nostra candidata è stata spintonata e soltanto l'intervento di alcune persone presenti e dei carabinieri ha impedito il peggio. Come gruppo regionale esprimiamo piena solidarietà a Elena Vignati, per anni protagonista di numerose battaglie tra i banchi del consiglio comunale di Casoria, che non si farà certo intimidire da episodi, pur gravissimi, di questo tipo". "Episodi che mettono in luce – hanno concluso gli esponenti M5s – se ancora ve ne fosse bisogno, la pochezza, la meschinità e la debolezza di una vecchia classe politica che stenta ancora a tramontare".