Luigi De Magistris si candida alle Elezioni Europee del 2019, questa almeno è la sua intenzione, come ha spiegato oggi parlando della posizione del suo movimento, Dema, rispetto alla prossima scadenza elettorale. "Se ci sono tutte le condizioni che abbiamo posto, io ci sarò – afferma -. Sono disponibile a mettere il mio corpo anche a capo di una coalizione politica che non significa lasciare la carica di sindaco ma significa esserci per costruire un'Europa che sia utile a Napoli. Ma se anche una sola delle condizioni poste non si dovesse realizzare, allora non metterei a disposizione la mia carta d'identità".

L'ex pm ed ex europarlamentare (fu eletto in Italia dei Valori e il sostegno di Beppe Grillo con il quale poi ruppe duramente quando decise di dimettersi per correre alle Comunali a Napoli) spiega: "Mi sto persuadendo che Roma, Bruxelles e Strasburgo sono città che servono molto a Napoli. In questi anni abbiamo fritto il pesce con l'acqua e pertanto ritengo che se riuscissimo ad entrare nei luoghi in cui si prendono decisioni importanti sarebbe proficuo per Napoli ma anche per tanti altri territori e comuni".