Da qualche settimana, ormai, in Campania si è entrati in piena campagna elettorale per le prossime elezioni regionali previste per il 2020. Mancano più o meno sei mesi alla chiamata alle urne e gli esponenti politici che concorrono per la poltrona di Palazzo Santa Lucia sono già in pieno clima elettorale. Come Vincenzo De Luca, che ieri è intervenuto a Cava de' Tirreni, nella provincia di Salerno, per la firma di un finanziamento da oltre 11 milioni di fondi Pics per la riqualificazione urbana e ambientale nella cittadina. A Palazzo di Città, l'attuale presidente della Regione Campania ha dichiarato:"Prepariamoci a combattere". E ancora: "Si ragioni da oggi sul destino di Salerno, di Cava de' Tirreni, dell'intera provincia e della Regione Campania.

Come detto, la campagna elettorale non è ancora entrata nel vivo, ma ha di certo già preso il via. L'attuale governatore De Luca andrà in cerca del secondo mandato. Il Movimento 5 Stelle, da quello che si apprende, creerà una coalizione di liste civiche – la cui creazione è stata affidata a Valeria Ciarambino e Salvatore Micillo – per contrastare proprio De Luca e una eventuale discesa in campo di Luigi de Magistris, l'attuale sindaco di Napoli, che parrebbe intenzionato a concorrere per Palazzo Santa Lucia. Sembra ancora spaccato, invece, il centrodestra: Silvio Berlusconi aveva annunciato la probabile candidatura di Stefano Caldoro, già presidente della Campania dal 2010 al 2015, ma Matteo Salvini ha detto di non sapere nulla di questa iniziativa e si è riservato l'opportunità di scegliere un altro nome.