Emma Marrone al Palasele di Eboli durante il concerto. [Foto / Facebook @Emma Marrone]
in foto: Emma Marrone al Palasele di Eboli durante il concerto. [Foto / Facebook @Emma Marrone]

Tanti applausi dal vivo, tante polemiche sui social network: la frase con cui Emma Marrone ha chiuso il concerto dello scorso 19 febbraio, "Aprite i porti!", continua insomma a far discutere. Da una parte, infatti, dal vivo i fan dell'artista di origine salentina sono andati letteralmente in visibilio, ma dall'altra sui social network ci sono stati feroci critiche contro la scelta della ragazza di prendere una posizione forte contro la scelta dell'attuale governo di chiudere i porti italiani per i migranti salvati nel Mediterraneo.

Un particolare cavallo di battaglia in particolare del ministro degli interni, Matteo Salvini, che da sempre rivendica questa scelta come necessaria per il popolo italiano. E che da sempre ha portato ad immani polemiche tra chi invece vorrebbe un passo indietro in nome dell'accoglienza e della libera circolazione delle persone e tra chi invece sostiene la genuinità della scelta di Salvini. Polemiche che poi, come sempre, finiscono anche sui social. E così dopo la scelta di Emma Marrone di chiedere l'apertura dei porti, non sono mancate le critiche, talvolta feroci, verso l'artista. "Prima mi piacevi, ora non più", ha scritto qualche fan a quanto pare deluso dal gesto dell'artista salentina. Ma anche chi le suggerisce di "pensare più alla sua carriere musicale, piuttosto che alla politica". Non manca, però, chi ha difeso l'artista. "Ha fatto bene, è giusto sensibilizzare in ogni modo la gente su questa emergenza umanitaria", si legge tra i vari commenti. Insomma, pareri come sempre contrastanti in rete. Differentemente da quelli dal vivo, dove per Emma Marrone ci sono stati solo applausi e fan in delirio.