Bufera nel Comune di Ercolano: 13 consiglieri di diversi gruppi, dal Pd a Fratelli d'Italia, M5S e Articolo 1, firmano la sfiducia al sindaco Ciro Buonajuto, passato da tempo dal Pd a Italia Viva: “Troppe e gravi le inadempienze nel suo operato amministrativo – scrivono i consiglieri – Ha continuato a fare campagna elettorale anche durante la fase del lockdown del Coronavirus”. Ma il primo cittadino si smarca dalle accuse: “In questi mesi sono stato sempre in prima linea, e spesso solo, ad affrontare un’emergenza sanitaria senza precedenti”. Italia Viva: “Atto grave e vergognoso”. Il Pd Napoli: “Accuse inaccettabili”.

Il sindaco di Ercolano Buonajuto: “Vado avanti”

“Ho appreso – scrive sul suo profilo Facebook il sindaco di Ercolano Ciro Buonajuto – che tredici consiglieri comunali hanno presentato la richiesta di mettere all’ordine del giorno una mozione di sfiducia nei miei confronti. Lo facciano pure, vadano avanti e continuino su questa strada. Sinceramente è l’ultimo dei miei pensieri”. In questi mesi aggiunge: “Sono stato solo a lanciare un grido d’allarme contro le scarcerazioni di pregiudicati legati ai clan del nostro territorio. Sono stato solo accanto ai commercianti e imprenditori che stanno vivendo un momento drammatico per il futuro delle proprie attività e, soprattutto, delle loro famiglie. Ho trascurato la mia famiglia e miei affetti, ho trascorso questi mesi senza un attimo di tregua mentre, evidentemente, qualcun altro era più interessato al proprio posizionamento che alla salute della popolazione ed alla città. Io ho sempre anteposto il bene dei cittadini alle beghe personali e continuerò a farlo, quindi facciano pure e vadano avanti. Ne risponderanno alla città ed io non ho paura”.

Italia Viva: “Atto grave del Pd”

“La mozione di sfiducia presentata dal Pd contro Ciro Buonajuto – commenta Graziella Pagano, coordinatore di Italia Viva a Napoli – è un atto grave e politicamente offensivo. Reso il tutto ancora più vergognoso perché il Pd locale non ha esitato a raccogliere l’adesione di Fratelli d’Italia. Io sono ancora in attesa di una risposta del Segretario Provinciale Marco Sarracino (so che è impegnato in incontri riservati). Nel frattempo che mi dica dove come e quando poterci confrontare, esprimo a Ciro Buonajuto la mia totale solidarietà unitamente a quella di tutti gli amici di Italia Viva Napoli. Non ci faremo intimidire”. Solidarietà a Buonajuto è arrivata anche dal presidente Iv, Ettore Rosato: “A Ercolano, in provincia di Napoli, un pezzo del gruppo consiliare del Pd, su indicazione della segreteria provinciale, ha presentato assieme alla destra una mozione di sfiducia al nostro sindaco Ciro Bonajuto. Per quale motivo? Per aver affrontato in prima linea un'emergenza sanitaria e sociale senza precedenti? Per aver denunciato la scarcerazione dei boss legati a quel territorio? Per aver costruito una caserma dei carabinieri nel fortino della camorra o, forse, per aver lanciato un grido di allarme per la crisi economica che attraversano le attività?” Solidarietà anche dalla capogruppo Iv alla Camera, Maria Elena Boschi.

Pd Napoli: “Accuse infondate e inaccettabili”

“Le parole di Ettore Rosato – afferma Pasquale Esposito, responsabile politiche per le autonomie locali PD Napoli – nei confronti della segreteria metropolitana di Napoli sono ingenerose e soprattutto prive di fondamento. Comprendiamo le difficoltà di Italia Viva nell'affermarsi nei sondaggi, ma le accuse di aver lavorato alla mozione di sfiducia nei confronti del sindaco di Ercolano, Ciro Buonajuto, sono inaccettabili. Le scelte del gruppo consiliare vanno rispettate, il Partito Democratico di Ercolano in questi cinque anni ha lavorato per il bene dei cittadini ed ora, a poche settimane dal voto, intende riaprire una discussione sul futuro della città. Il Partito Metropolitano, tuttavia, per fermare la destra campana sta lavorando in tutti i comuni per un centrosinistra largo e competitivo, per questo motivo, nessun dirigente del nostro campo dovrebbe alzare i toni oltremisura. Inoltre, la prossima settimana il nostro segretario metropolitano, Marco Sarracino, incontrerà il sindaco di Ercolano e proverà a verificare le condizioni di un'alleanza politica e programmatica tra i nostri partiti in tutta la città metropolitana”.