Esplosione a Giugliano, restano gravi le condizioni del paziente ricoverato presso la terapia intensiva Grandi Ustionati del Cardarelli. La prognosi resta riservata. L'ospedale partneopeo ha testè reso noto il bollettino medico:

In merito alla drammatica esplosione verificatasi nella serata di ieri a Giugliano in Campania, la direzione sanitaria dell’Azienda Ospedaliera Antonio Cardarelli fa sapere che le condizioni del paziente M. W. ricoverato presso la terapia intensiva Grandi Ustionati permangono gravi con prognosi riservata. L’uomo è sedato e ventilato meccanicamente, altre terapie sono in atto per mantenere una stabilità cardiocircolatoria e tutte le restanti funzioni d’organo. È già in corso un primo trattamento di escarecromia enzimatica di una parte delle aree ustionate.

Il dramma si è consumato poco prima le 18 di ieri, giovedì 22 a Lago Patria, frazione di Giugliano. Una bombola di gas è esplosa in una villetta in via Torre Magna, traversa di via Staffetta, al confine con Varcaturo; due i feriti uno trasportato al Cardarelli, l’altro al San Giuliano.