Ha falsificato la certificazione Isee al fine di ottenere il reddito di cittadinanza: un uomo di 67 anni di San Valentino Torio, nella provincia di Salerno, è stato denunciato dai carabinieri per truffa aggravata ai danni dello Stato e falso ideologico. I militari dell'Arma della locale stazione, coordinati dal pm Davide Palmieri della Procura della Repubblica di Salerno, hanno così eseguito il sequestro preventivo della card elettronica distribuita a coloro che hanno diritto al reddito di cittadinanza.

Le indagini della Procura e dei carabinieri hanno rivelato che il 67enne – che ha già alle spalle precedenti penali per truffa – ha attestato all'anagrafe di non risiedere insieme ad alcuni membri della sua famiglia che percepiscono reddito, al fine di ottenere una certificazione Isee alterata che gli ha consentito di avere accesso al reddito di cittadinanza: in questo modo, il reddito percepito dai familiari non si è andato a cumulare con quello del 67enne.

In provincia di Napoli, invece, quattro persone sono state arrestate con le accuse di estorsione e usura. I militari della Guardia di Finanza, coordinati dalla Procura della Repubblica di Nola, hanno scoperto che i quattro soggetti arrestati avevano messo in piedi un'associazione criminale che concedeva prestiti applicando anche fino al 340 percento di interessi. I malviventi pretendevano che le vittime gli consegnassero come pagamento le card elettroniche sulle quali veniva caricato mensilmente l'ammontare dei redditi di inclusione e di cittadinanza.