Tanta gente e tanta commozione al funerale di Rosario Padolino, il commerciante di 66 anni morto nel crollo di un cornicione, che si è staccato da un palazzo di via Duomo, lo scorso 8 giugno. Le esequie del commerciante si sono svolte nel pomeriggio di oggi, martedì 18 giugno, nel Duomo di Napoli, a pochi passi dal luogo in cui il 66enne ha perso la vita: Padolino, proprio su quella stessa strada, aveva un negozio di abbigliamento. La bara del commerciante è arrivata nella cattedrale partenopea con largo anticipo: pian piano, la chiesa si è riempita di tantissime persone, familiari, amici e tanti commercianti che conoscevano Rosario Padolino. Ai funerali era presente anche il Comune di Napoli, rappresentato dall'assessore Nino Daniele.

Proprio nella giornata di oggi, in occasione dei funerali del commerciante, il Comune di Napoli aveva proclamato il lutto cittadino, con le bandiere che campeggiano su Palazzo San Giacomo e sulla sede del Consiglio Comunale poste a mezz'asta. Era stata la figlia del commerciante, nei giorni scorsi, ad annunciare la date dei funerali del 66enne, che sono arrivati a 10 giorni dalla morte, dal momento che la famiglia ha dovuto attendere il rilascio della salma. Intanto la Procura di Napoli continua ad indagare sulla morte di Padolino: è stato aperto un fascicolo con le ipotesi di reato di crollo e omicidio colposi. L'inchiesta si sta concentrando sugli amministratori dell'edificio di via Duomo dal quale si è staccato il cornicione che ha ucciso il commerciante. Il palazzo era già stato segnalato e messo in sicurezza, ma le rete di contenimento ha ceduto sotto il peso dei calcinacci.