Stavano smontando le ruote da una Mercedes classe A, accanto avevano le gomme di un'altra automobile uguale; i proprietari se ne sarebbero accorti solo al mattino, quando avrebbero trovato le automobili appoggiate direttamente sulla strada. Questa volta, però, non è andata a finire come per le altre decine di furti registrati nell'area flegrea, al Vomero e a Pozzuoli: qualcuno li ha visti all'opera e ha chiamato le forze dell'ordine. Le manette sono scattate per Giovanni Raimondo Tubelli, di Cercola, Carmine Velotti, 26 anni, di Napoli, Alexander Lorenzo Cirelli, 21 anni, di Pomigliano, e Giuseppe Arienzo, 26 anni, di Cercola. Sono stati arrestati dai carabinieri nella notte tra il 3 e il 4 giugno in via Petrarca, in un tratto di strada davanti ad alcune abitazioni. Erano all'opera, senza preoccuparsi che qualcuno potesse vederli, o contando sul fatto che nessuno avrebbe lanciato l'allarme. Qualcuno, però, si è accorto di quello che stavano facendo in strada, non ha perso tempo e ha avvisato il 112: così i ladri si sono trovati addosso quattro pattuglie del Nucleo Radiomobile dei Carabinieri di Napoli, che li hanno beccati ancora con gli arnesi da scasso in mano. I quattro saranno giudicati per direttissima per il reato di furto aggravato.

Sono in corso altre indagini per capire se i quattro siano coinvolti in altri dei furti dello stesso tipo che si sono verificati negli ultimi mesi nelle stesse zone, e per capire a chi fossero destinati gli pneumatici, che probabilmente venivano rubati su ordinazione. Gli arnesi rinvenuti in possesso degli arrestati sono stati sequestrati e le gomme, dopo le formalità di rito, sono state restituite ai legittimi proprietari, rintracciati dai carabinieri.

Nella stessa notte, all'Arenella, intorno alle 2.30 un'altra pattuglia del Nucleo Radiomobile ha arrestato un ladro che si era intrufolato in una palestra di via Francesco Blundo; i militari sono arrivati alla struttura prima che l'uomo riuscisse a dileguarsi. Recuperato e restituito ai titolari della palestra anche il bottino, poco meno di mille euro che il ladro aveva portato via dalla cassa. L'arrestato, un pregiudicato di 25 anni che era agli arresti domiciliari per reati analoghi, dopo il processo per direttissima è stato rinchiuso nel carcere di Poggioreale.