Il giornalista Gianni Minà sarà cittadino onorario di Napoli. La giunta comunale ha approvato, a firma del sindaco di Napoli Luigi de Magistris, la delibera con la quale viene conferita la cittadinanza onoraria a Minà. "Giornalista, scrittore, conduttore televisivo comunicatore che – si legge nella delibera – con i suoi reportage, documentari ed interviste ha fatto la storia del giornalismo italiano ed internazionale". La cerimonia si svolgerà sabato 8 giugno alle 18 nella Sala dei Baroni al Maschio Angioino.

Perché Gianni Minà è così rilevante per Napoli ? Presto detto: nella sua lunga e bella carriera Minà ha incrociato le vite di tanti personaggi-simbolo. Uno su tutti: Diego Armando Maradona, el Pibe de oro, che è stato intervistato più volte da Minà anche quando era a Cuba. A proposito dell'isola caraibica, forte è il legame con il giornalista italiano che ha più volte intervistato anche il lider maximo Fidel Castro. E poi, come dimenticare un leggendario pezzo di tv Gianni Minà nella sua trasmissione "Alta Classe – voglio vivere così" fu protagonista e ‘spalla' di un meraviglioso monologo di Massimo Troisi in occasione di una puntata tutta dedicata a Pino Daniele.

Altra occasione incredibile e indimenticabile su quella in occasione del primo scudetto al Napoli. Festeggiando il primo tricolore, il 10 maggio 1987, Massimo Troisi, intervistato da Gianni Minà, diede una risposta ironica e fulminante sugli striscioni razzisti che allora ancor più liberamente circolavano negli stadi italiani, prendendo di mira i calciatori e i tifosi azzurri.